--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Cinque anni dallo schianto sull'Ortana che uccise i tre ragazzi - Oggi la messa per ricordarli

Marianna, Maria Chiara e Michael: diciottenni per sempre…

di Stefania Moretti
Condividi la notizia:

Michael Cipiccia

Michael Cipiccia

Marianna Boccolini

Marianna Boccolini

Maria Chiara Latini

Maria Chiara Latini

Marianna e Maria Chiara

Marianna e Maria Chiara

Il messaggio della madre di Marianna Boccolini ad Amedeo Trappetti, l'unico superstite dell'incidente sull'Ortana

Il messaggio della madre di Marianna Boccolini ad Amedeo Trappetti, l’unico superstite dell’incidente sull’Ortana – Clicca sulla foto per ingrandire

La lapide di Michael, Maria Chiara e Marianna

La lapide di Michael, Maria Chiara e Marianna

Viterbo – Avrebbero avuto 23 anni, se non li avesse fermati quel maledetto schianto sull’Ortana.

Marianna oggi sarebbe una studentessa di medicina. Michael sarebbe andato ancora a caccia, la sua passione. Maria Chiara, forse, avrebbe lasciato la ginnastica artistica per l’università. O, magari, continuerebbe ancora ad allenarsi in palestra. Nessuno lo saprà mai.

I tre amici morivano cinque anni fa in un terribile incidente stradale. Michael Cipiccia, un ragazzone buono dagli occhi chiari e sinceri, fu l’unico a dare ai familiari una speranza di vita. L’unico che illuse tutti di riuscire a sopravvivere a quell’inferno di fiamme e lamiere: arrivò vivo in ospedale e resistette, anche se per poco. Maria Chiara Latini e Marianna Boccolini morirono sul colpo.

L’Alfa 147 sulla quale viaggiavano verso Narni, per tornare a casa, sbandò in località Stifone, sull’Ortana. Prima il guardrail. Poi il pilone di cemento. Infine, l’incendio. Erano le 2 del mattino del 18 agosto 2010.

Si salvò solo il conducente Amedeo Trappetti, ricoverato all’ospedale di Terni in stato di shock. Le sue amiche non uscirono vive da quella fornace, mentre Michael, gravissimo, morirà dopo aver lottato per dieci ore.

Tre giovani vite spezzate in una notte d’estate. Avevano trascorso la serata a Viterbo sui go-kart.

Tutta Narni ha pianto per Cipo, Mary K e Bella Pupa, come venivano chiamati dagli amici Michael, Maria Chiara e Marianna. Cinque anni in cui il tempo si è come fermato per chi voleva bene a questi ragazzi. “Il dolore non se ne va, ma con la fede diventa tollerabile”, scrive Maria Letizia Tomassoni, la mamma di Marianna, che per ricordare la sua figlia ha aperto un profilo Facebook: “TuttipazziperMary – In memoria di Marianna Boccolini”. Marianna era quella ragazza bellissima che giocava a indossare il vestito da sposa della mamma, citava i Beatles e su Facebook scriveva: “Non mi piace morire, è l’ultima cosa che farò”.

Sua madre non porta rancore. Tutt’altro. L’anno scorso, nel quarto anniversario della morte di Marianna, scriveva un messaggio pieno di tenerezza ad Amedeo Trappetti, il ventenne alla guida dell’auto. “Ricordati che i tuoi amici ti sono accanto, pregano con te e per te. Non ti curare di chi giudica senza sapere che tu, quella sera, sei stato l’unico a metterti al servizio di tre amici non patentati che dovevano rientrare prima a casa e che incurante del fatto che l’auto stava per incendiarsi, hai rischiato la tua vita per trarre fuori dall’abitacolo i tuoi tre amici, compagni di destino. Saresti potuto morire sul colpo e poi altre tre volte per ogni volta che hai tratto in salvo uno dei loro corpi… Non ti curare di chi non conosce la misericordia… Non sanno che la giustizia ha fatto il suo corso e che differente è il corso del perdono”.

Oggi alle 18, al santuario della Madonna del Ponte, Narni si ritroverà di nuovo per ricordare quei tre amici portati via nello spazio di un attimo. Diciottenni per sempre.

Stefania Moretti


Condividi la notizia:
18 agosto, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR