--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Magro risultato per Equitalia incaricata dal comune di riscuotere tributi per conto del comune

Incassati 40mila euro su un milione e mezzo

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Giulio Marini

Giulio Marini 

Viterbo – Equitalia incassa poco. Con l’uscita di scena di Esattorie, la società è stata Incaricata di riscuotere i tributi per conto del comune di Viterbo. Portando ben poco a palazzo dei Priori.

Avere i numeri non è semplice, c’è riuscito Giulio Marini, consigliere Forza Italia ed ex sindaco.

“Nel 2014, su somme iscritte a ruolo relative a tributi per 630mila 430euro, ha riscosso 94mila 803 euro”.

Pochino. E per l’anno in corso?

“I dati sono ovviamente parziali. Ma su un milione e 563mila euro, ne sono stati riscossi 39mila 924”.

Ancora meno. Anche se al 31 dicembre mancano quattro mesi e mezzo. Qualcosa non va?

“La vicenda Equitalia a Viterbo è questa. Ho letto una sentenza della Corte dei conti che condanna la società a risarcire il comune di Fiumicino per un milione di euro”.

Con questo vuol dire che il comune, scegliendo Equitalia per il recupero

coattivo, non ha preso la migliore decisione possibile?

“I numeri sono sotto gli occhi di tutti. Indubbiamente Esattorie era riuscita a essere più incisiva e grazie a noi non ha lasciato buchi, visto che sono stati recuperati quasi quattro milioni. Non ha creato disastri. Oggi ci troviamo una situazione particolare, con i bollettini 2014 da pagare”.

Esattorie però è fallita, con tutti gli annessi e connessi.

“Esattorie io me la sono trovata e ha risolto, fra l’altro un problema sociale. E’ subentrata dopo il fallimento Seal. All’epoca non c’ero io, ma nemmeno Gabbianelli o Meroi. Con Meroi è partita invece la gara vinta da Custer per affidare crediti che il comune non riusciva a riscuotere. Pure Custer è fallita e il personale è stato assorbito dal Cev. La società è andata in liquidazione e a quel punto è arrivata Esattorie, che ha preso in carico il servizio con tutti i dipendenti”.

E qualche clientela? C’è chi lo insinua.

“I signori che lavoravano per la società io manco li conosco. Qualcuno fra quelli che oggi amministrano, non lo so…”.

Adesso sarà bandita una gara per supportare l’ufficio Tributi. Che ne pensa?

“Mettono trentamila euro, una quota parte di 300mila. Non è una grande cifra. Quanto inciderà sul personale rimasto senza impiego? Poche unità su 38. E con questo investimento, si riescono a recuperare le somme che stiamo perdendo? Va previsto uno stanziamento serio. Sennò è la solita roba, senza risorse necessarie”.

A cosa attribuisce gli scarsi risultati ottenuti a Viterbo da Equitalia?

“Sono molto attrezzati a livello nazionale, non locale. Non non c’è una grande conoscenza del territorio. Il comune ha concesso anche una proroga, questi sono i risultati. E l’amministrazione Michelini lancia pure strali contro la gestione Esattorie. Mi viene abbastanza da ridere”.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
10 agosto, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR