--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Omicidio del Riello - L'avvocato del 22enne fermato dai carabinieri: "Non aveva intenzione di uccidere"

“Battaglia si sente vittima di un’aggressione”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Sabato Louis Francesco Battaglia

Sabato Louis Francesco Battaglia

Federico Venzi

Federico Venzi

Omicidio del Riello - La conferenza stampa

Omicidio del Riello – La conferenza stampa

Viterbo Omicidio del Riello - Il luogo dell'aggressione

Viterbo Omicidio del Riello – Il luogo dell’aggressione

Viterbo Omicidio del Riello - Il luogo dell'aggressione

Viterbo Omicidio del Riello – Il luogo dell’aggressione 

Viterbo – Vittima di un’aggressione.

Si sente così Sabato Louis Francesco Battaglia, il 22enne fermato il 27 settembre dai carabinieri per omicidio volontario.

A dichiararlo è il suo avvocato Vito Castronuovo del foro di Roma. Battaglia è accusato di aver ucciso Federico Venzi, 43 anni, romano residente a Caprarola: un pestaggio ferale, due ore di agonia e poi la morte all’ospedale Belcolle di Viterbo, all’alba del 27 settembre (fotocronaca – slide – video).

Venzi è stato preso a pugni. Prima uno in pieno viso, che gli ha fatto saltare i denti. Poi almeno un altro. Secondo gli investigatori, avrebbe preso almeno altri calci in faccia quando era già a terra, perché il suo volto era una maschera di sangue.

Agli inquirenti, Battaglia ha detto di aver reagito alle molestie di Venzi. “Si sente vittima di un’aggressione – dichiara il suo avvocato -. La vittima ha cercato di mettere le mani addosso alla ragazza. Insultava. Mostrava un atteggiamento arrogante. Il mio assistito ha avuto paura che potesse fare del male alla fidanzata. In più, c’è stato un inseguimento lungo e martellante andato avanti per parecchi metri”.

L’accusa, al momento, è quella di omicidio volontario. La difesa auspica che sia modificata in omicidio preterintenzionale: accusa applicata a quelle circostanze in cui la morte non è il fine ultimo dell’azione, ma una conseguenza estrema e non voluta. “Ci auguriamo una rimodulazione dell’accusa in questo senso perché ci sembra ovvio che non c’era alcuna intenzione di uccidere. Questo è palese”. 

Battaglia e Venzi si incontrano alle 4,45 di domenica mattina nei pressi della rotatoria vicino al terminal Riello. Battaglia è con la fidanzata Lorella Colman. Venzi con un amico di nazionalità marocchina; vengono da un locale in via De Lellis. Camminano a piedi quando incrociano la coppietta. Per Battaglia, Venzi arriva ad allungare le mani sulla ragazza. Scappano da un’uscita della rotatoria all’altra, finché il 22enne si ferma e assesta un primo colpo in faccia a Venzi. Ne segue almeno un altro. Poi la fuga. Ma anche Battaglia si ferisce. E i carabinieri, in conferenza stampa, racconteranno di essere risaliti al 22enne grazie alle descrizioni fornite dai testimoni ma anche seguendo il percorso di quelle tracce di sangue, fino a bussare a casa del ragazzo che cercava di coprirsi le mani tenendole in tasca.

Per Battaglia scatta il fermo per omicidio. Per la fidanzata, studentessa universitaria 22enne di Vetralla, la denuncia a piede libero per favoreggiamento. 

L’avvocato sottolinea che “il fatto che il 22enne sia figlio di un pentito di camorra non c’entra nulla con l’arresto e, quanto all’omertà, nessuno ci ha fatto domande sulla famiglia o le origini, né a Battaglia, né ai suoi amici”. All’interrogatorio di garanzia, Battaglia è disposto a ripetere quanto ha già raccontato al pm Massimiliano Siddi.

Il 22enne è in carcere a Viterbo in isolamento come da prassi fino a prima dell’interrogatorio davanti al gip e in considerazione della grave accusa di cui risponde.

Ieri, intanto, il medico legale Maria Rosaria Aromatario ha svolto l’autopsia sul corpo di Federico Venzi al cimitero San Lazzaro di Viterbo. La causa della morte, secondo gli investigatori, va ricercata nella violenza dei colpi inferti al volto e alla trachea. Prime ipotesi che solo l’autopsia potrà confermare o smentire.

Dalle indagini del nucleo investigativo e dei carabinieri della compagnia di Viterbo risulta che Venzi avesse precedenti di polizia per piccoli reati. Abitava a Caprarola con la madre, ma spesso alloggiava dai fratelli a Roma. Uno è Fabio Venzi, personaggio noto a livello internazionale, sociologo, scrittore e saggista tra i massimi studiosi di esoterismo e gran maestro dell’ordine massonico della Gran loggia regolare d’Italia.


Condividi la notizia:
30 settembre, 2015

Omicidio del Riello ... Gli articoli

  1. Battaglia di nuovo in carcere, il difensore: "Ce lo aspettavamo"
  2. Omicidio del Riello, Battaglia torna in carcere
  3. "Non auguro a nessuno di incontrare per strada l'omicida del figlio"
  4. Omicidio del Riello, Battaglia chiede i domiciliari a casa della madre
  5. "Sarebbe un'attenuante risarcire la mamma e i fratelli di Federico"
  6. Pena troppo alta, Battaglia chiede l'annullamento
  7. "Perché si vuole riabilitare un ragazzo violento?"
  8. Omicidio del Riello, Battaglia fuori dal carcere
  9. "Sarebbero poco rassicuranti per tutti i domiciliari a Battaglia"
  10. "E ora Battaglia fuori dal carcere..."
  11. Omicidio del Riello, 9 anni e 10 mesi a Battaglia
  12. Omicidio del Riello, si torna in aula
  13. Sabato Battaglia non è un mostro
  14. "Per la morte di Venzi chiederemo i soldi allo stato"
  15. "Un totale disprezzo della vita"
  16. Sabato Battaglia condannato a 12 anni
  17. Omicidio del Riello, conto alla rovescia per la sentenza
  18. "Una tragedia che ha distrutto due famiglie"
  19. Chiesti 12 anni per Battaglia
  20. Omicidio del Riello, oggi la sentenza
  21. Omicidio del Riello, udienza lampo
  22. Omicidio del Riello, processo a Battaglia
  23. Omicidio del Riello, a giugno il processo
  24. Omicidio del Riello, Battaglia chiede l'abbreviato
  25. Omicidio del Riello, la procura vuole il processo subito
  26. La difesa in Cassazione: "Battaglia non voleva uccidere"
  27. Venzi soffocato dal suo stesso sangue
  28. Omicidio del Riello, chiesto un mese per l'autopsia
  29. Omicidio del Riello, si allungano i tempi per l'autopsia
  30. Omicidio del Riello, Battaglia ricorre in Cassazione
  31. Sabato Battaglia resta in carcere
  32. Il Riesame prende tempo su Sabato Battaglia
  33. Oggi il Riesame per Sabato Battaglia
  34. Omicidio del Riello, ascoltata la fidanzata di Battaglia
  35. Sabato Battaglia via da Mammagialla
  36. Omicidio del Riello, slitta l'udienza per Sabato Battaglia
  37. Omicidio del Riello, Battaglia davanti al Riesame lunedì
  38. Omicidio del Riello, Battaglia davanti al Riesame
  39. Venzi voleva chiamare i carabinieri
  40. Raccolta fondi per l'omicida
  41. Venzi voleva difendere la ragazza
  42. Omicidio del Riello, denunciati due amici di Battaglia
  43. Omicidio del Riello, Battaglia resta in carcere
  44. Omicidio del Riello, chiesti i domiciliari per Battaglia
  45. Omicidio del Riello, Battaglia figlio di un pentito di camorra
  46. Pugni letali al viso e alla trachea
  47. L'omicida del Riello è un ventiduenne
  48. Pestato a morte, un fermo per omicidio
  49. Pestato e ucciso al Riello
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR