--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Festival degli Etruschi - La soprintendente Alfonsina Russo presenta l'iniziativa

Gli Etruschi devono tornare a un ruolo principe

di Alfonsina Russo - Soprintendente per l’Archeologia del Lazio e dell’Etruria meridionale
Condividi la notizia:

Anno degli etruschi - Vetralla - Alla scoperta del tempietto di Demetra

Anno degli etruschi – Vetralla – Alla scoperta del tempietto di Demetra 

Viterbo - Museo civico - Etruschi

Viterbo – Museo civico – Etruschi 

Il logo dell'Anno degli Etruschi - I pirati della bellezza

Il logo dell’Anno degli Etruschi – I pirati della bellezza realizzato da Majakovskij comunicazione 

Museo nazionale etrusco - La sezione dedicata agli scavi di Acquarossa

Museo nazionale etrusco – La sezione dedicata agli scavi di Acquarossa 

Una delle sfingi del Museo nazionale Etrusco alla rocca Albornoz

Una delle sfingi del Museo nazionale Etrusco alla rocca Albornoz 

Il Museo nazionale Etrusco alla rocca Albornoz- Uno scudo

Il Museo nazionale Etrusco alla rocca Albornoz – Uno scudo 

Il Museo nazionale Etrusco alla rocca Albornoz - La biga di Castro

Il Museo nazionale Etrusco alla rocca Albornoz – La biga di Castro 

Viterbo – Quando, nell’estate del 2014, Tusciaweb e Caffeina proposero di dedicare il 2015 agli Etruschi, a 30 anni esatti dall’Anno Internazionale degli Etruschi del 1985, la Soprintendenza ha aderito immediatamente e con grande entusiasmo.

C’era bisogno infatti di una spinta, di un rilancio, di qualcosa che potesse riportare gli Etruschi ad un ruolo principe nell’immaginario collettivo degli Italiani.

Gli Etruschi, con una cultura sorprendentemente ricca, frutto dell’inedita fusione tra aspetti locali e tratti esotici di derivazione mediterranea, sembravano in effetti avviati ad un destino incerto, diviso tra la grande popolarità guadagnata all’estero e il lento declino in terra italiana.

Negli ultimi anni sono state numerose e importanti le esposizioni internazionali dedicate alla storia affascinante di questo popolo, mentre in Italia esposizioni di pari impegno mancavano da anni e continui tagli ai programmi di storia antica nelle scuole, vedevano gli Etruschi ridotti a poco più di qualche riga, schiacciati dall’ingombrante immagine dei Greci prima e dei Romani poi.

Per questo nel 2014 la Soprintendenza si è attivata fattivamente e con entusiasmo all’allestimento, a Roma, nel Palazzo delle Esposizioni, della versione italiana della mostra organizzata in Francia sugli Etruschi dal Louvre.

E proprio in questa congiuntura particolare è arrivata la proposta del 2015 come anno degli Etruschi. E’ questa una grande opportunità, non solo per rilanciare l’immagine di un popolo tra i più suggestivi e affascinanti del Mediterraneo antico, ma anche per attualizzarne la percezione inserendola nel territorio attuale, che conserva ancora intatta la bellezza dei secoli perduti.

Invece di allestire una nuova esposizione con i capolavori conservati nei diversi musei, si è preferito invitare e coinvolgere un pubblico sempre più vasto ad emozionarsi riscoprendo gli Etruschi seguendo i sentieri della loro antica terra, nei piccoli e grandi musei e nelle aree archeologiche, ritrovandoli anche nei colori della natura, nei campi di grano, nei boschi, nella poesia del paesaggio che parla ancora di loro.

E così nel 2015, Anno degli Etruschi e anno di Expo, è nato un grande progetto, ideato dalla Soprintendenza, in collaborazione con i Comuni di Viterbo e Orvieto e supportato da altri 15 comuni di Lazio, Umbria e Toscana: Experience Etruria.

Experience Etruria è una grande festa, nata con l’Anno degli Etruschi, ma destinata a durare nel tempo, in cui i visitatori sono chiamati a esplorare questi luoghi meravigliosi, seguendo quattro sorprendenti itinerari: le vie dell’acqua, le vie del vino e del sale, le vie dell’olio e del grano, le vie dei boschi, porte suggestive di un’indimenticabile esperienza multisensoriale.

Il visitatore non sarà più uno spettatore, ma si immergerà nel territorio, nei suoi sapori, nei suoi profumi, in un costante interscambio tra antico e moderno.

Al centro di questo progetto è la città di Viterbo, che ha assunto un ruolo guida nel territorio etrusco, magnetico attrattore di realtà diverse unite nell’amore per una terra generosa che offre preziosi tesori a chi è disposto a coglierne il sapore. E il Festival degli Etruschi è proprio questo: un’attenzione nuova a un popolo antico, che è stato determinante nella storia del nostro paese e che ha contribuito a costruire la nostra immagine di uomini e donne di oggi, un popolo che sembra lontano, perduto nelle nebbie del passato, ma che è invece vicino, presente nei meravigliosi luoghi della cultura che ci circondano ma anche nei frutti di questa splendida terra, un angolo prezioso, gioiello poco noto ma sempre più riconosciuto del nostro straordinario patrimonio culturale.

Alfonsina Russo

Soprintendente per l’Archeologia del Lazio e dell’Etruria meridionale


Il Festival degli Etruschi – I pirati della bellezza si svolgerà a Viterbo in piazza del Plebiscito dall’11 al 13 settembre nell’ambito dell’Anno degli Etruschi.

Il festival è patrocinato dalla Sovrintendenza archeologica del Lazio e dell’Etruria meridionale, città di Viterbo, comune di Tarquinia e Sodalizio dei facchini di santa Rosa.

Promotori dell’iniziativa sono Università della Tuscia, Tusciaweb, Caffeina e Piattaforma 2.0

Main sponsor: Saggini costruzioni, Enerpetroli, Banca di Viterbo, Ance, associazione nazionale costruttori edili. Sponsor: Il mercatino, Hotel Salus Terme, Unindustria, Cna, Esklusiva, Terme dei papi. Sponsor tecnici: Myprint, Majakovskij, Mp comunicazione, Febbre a 90, Ars libris.


– Festival degli Etruschi – Cliccami per leggere e/o stampare il programma

 


Condividi la notizia:
3 settembre, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR