Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Lettere - Viterbo - Stefano Congiu, dipendente della clinica Santa Teresa, torna a scrivere dei problemi dei lavoratori del gruppo Rori

“Stiamo solo cercando di difendere i nostri diritti”

Condividi la notizia:

La clinica Nuova Santa Teresa

La clinica Nuova Santa Teresa 

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Cose strane sembrano accadere alla Nuova Santa Teresa.

Infatti è arrivata una telefonata, da parte della proprietà, che ci accusa di fare attività sindacale. E dopo un’ora è stato attaccato un comunicato in bacheca da parte del Gruppo Ro.ri.

“Oggetto: 
Si segnala alle organizzazioni sindacali in indirizzo che recentemente la scrivente ha riscontrato attività non corrette da parte delle Rsa. Vi invito a sensibilizzare i vostri rappresentanti al rispetto delle norme comportamentali durante l’orario di servizio, ricordandovi inoltre che le bacheche nominative assegnate, sono l’unico spazio autorizzato alla pubblicazione di comunicati o documenti sindacali.
 Specifichiamo inoltre che qualora tali sgradevoli episodi e conseguenti malumori,dovessero perdurare, la scrivente sarà costretta ad aprire un nuovo piano di mobilità ed a procedere con i conseguenti licenziamenti”.

Inoltre stamattina è stata consegnata alla caposala una lettera con “richiesta di contro deduzioni” da parte della direzione verso il sottoscritto, per sospensione ingiustificata dell’attività lavorativa, ovvero avrei sospeso temporaneamente il lavoro per dedicarmi ad una raccolta firme del personale in servizio, rallentando così le attività del reparto.

Noi stiamo infatti cercando solo di difendere i nostri diritti che non devono essere calpestati da nessuno, vogliamo solo lavorare dignitosamente!

Come ho detto più volte noi ci relazioniamo con persone che stanno male, non ci dovrebbero essere questo tipo di stress. Ci chiedono di lasciare i nostri problemi a casa, e poi ce li provocano. E’ evidente che così non è assolutamente possibile andare avanti e diventa ogni giorno più difficile.

E tutto questo solo perché stiamo chiedendo loro di far rispettare uno dei principi fondamentali della Costituzione e di non scendere più a compromessi!

 

Stefano Congiu 


Condividi la notizia:
24 settembre, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR