--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Carabinieri - Potenziata la presenza delle forze dell'ordine per garantire la massima sicurezza

Città blindata dopo il weekend di sangue

Condividi la notizia:

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Centro storico, potenziati i controlli dei carabinieri

Viterbo – Controlli a tappeto per un sabato sera sicuro.

Dopo lo scorso weekend, tra l’incidente mortale sulla Tuscanese e l’omicidio in strada a due passi dal centro, la risposta delle forze dell’ordine non si è fatta attendere.

Otto macchine dei carabinieri, ieri sera, hanno presidiato il centro storico. Una pattuglia in ogni piazza, tra carabinieri della compagnia di Viterbo e dei Nas (Nucleo antisofisticazione e sanità), per garantire sicurezza e prevenzione. 

Gli uomini del colonnello Mauro Conte erano presenti a Porta Romana, Porta Fiorentina, Porta Faul, piazza del Comune, piazza del Gesù e piazza delle Erbe. Un presidio straordinario della movida, visti anche i recenti fatti di cronaca.

Il bilancio è stato di cinque segnalazioni in Prefettura per consumo di stupefacenti e due denunce per guida in stato di ebbrezza, con patente ritirata. Un bar del centro storico è stato sanzionato dai Nas perché preparava da mangiare con una cucina abusiva, sprovviso delle necessarie autorizzazioni per la somministrazione di alimenti. Controlli anche ai locali, per verificare il rispetto degli orari di chiusura, come da ordinanza comunale.

Una presenza massiccia dell’Arma che ha destato stupore in molti frequentatori della movida notturna del sabato sera. Ma dopo l’ultimo weekend di sangue che ha sollevato il tema dell’emergenza sicurezza in città, con tanto di vertice in Prefettura, il comando provinciale di Viterbo ha intensificato i controlli.

Un potenziamento dei dispositivi di sicurezza è previsto anche per le prossime settimane, in particolare nel weekend.


 

La nota dei carabinieri

I carabinieri della compagnia e del Nas di Viterbo, coordinati dal comando provinciale, la scorsa notte hanno svolto un controllo straordinario nel centro storico.

Una ventina di militari dell’arma territoriale e della componente specialistica, hanno presidiato le zone più interessate dalla movida viterbese, soffermandosi sugli esercizi pubblici al fine di far rispettare il divieto di vendita di sostanze alcoliche ai minorenni nonché l’orario di chiusura, previsto per l’una come da ordinanza sindacale.

Il controllo è stato inoltre esteso alle discoteche presenti nel comprensorio cittadino.

In particolare il titolare di un bar è stato denunciato alla locale Asl per mancanza della prescritta autorizzazione per la preparazione e somministrazione di alimenti e bevande.

Sono stati segnalati alla prefettura di Viterbo cinque ragazzi per detenzione ai fini di fini personali di sostanza stupefacente, perché trovati in possesso di marijuana e hashish.

E’ stato inoltre eseguito un controllo alla circolazione stradale, al fine di combattere il fenomeno delle cosiddette stragi del sabato sera, nel corso del quale sono stati denunciati due ragazzi per guida in stato di ebrezza alcolica con conseguente ritiro della patente ai sensi dell’art.186 del codice della strada.

Complessivamente sono state controllate oltre duecento persone e rimosse numerose autovetture parcheggiate in divieto di sosta in piazza del Plebiscito e in altre piazze del centro storico.


Condividi la notizia:
4 ottobre, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR