Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Triplo mortale sulla Tuscanese - Lieve miglioramento di una delle due sorelle portata al Gemelli da Belcolle per essere operata - Stabile l'altra al San Giovanni

Valeria trasferita a Roma, stazionaria Valentina

Condividi la notizia:

Le gemelle Valentina e Valeria Mattei

Le gemelle Valentina e Valeria Mattei 

Leonardo Rizzello

Leonardo Rizzello 

Marialuisa Brienza e Pasquale Tranqulli

Marialuisa Brienza e Pasquale Tranqulli 

Viterbo – Migliora Valeria, stazionaria Valentina.

La vita delle gemelle Valeria e Valentina Mattei di Marta gravemente ferite nello schianto sulla Tuscanese nella notte tra sabato 26 e domenica 27 settembre resta ancora appesa a un filo (video –  fotocronaca  –  slide).

Velato ottimismo sulle condizioni di Valeria che, dopo un lieve miglioramento nei giorni scorsi, la ragazza è stata trasferita in elicottero al policlinico Gemelli di Roma per essere sottoposta a un delicato intervento al bacino e al polso. 

Nel caso in cui non ci dovessero essere complicazioni, Valeria sarà di nuovo portata a Belcolle.

Valentina, invece, è al San Giovanni di Roma. Stazionaria.

Entrambe restano sedate e i medici non sciolgono la prognosi.

Le due sorelle trentenni, insieme a un minorenne che viaggiava con loro sulla Ford bianca sportiva sono le uniche superstiti dell’incidente al chilometro 1 della Tuscanese 

Leonardo Rizzello di vent’anni, che conduceva la Ford, è morto sul colpo, così come Marialuisa Brienza e Pasquale Tranquilli, la coppia di 43enni di Latina a bordo della Harley Davidson reduce dal “Run degli Etruschi”.

L’automobile viaggiava a forte velocità. Questo avrebbero rilevato gli agenti della polizia stradale intervenuti all’una di notte, subito dopo lo schianto. 

Più di qualcuno avrebbe anche notato la Ford bianca sfrecciare per la città nelle ore immediatamente precedenti l’incidente e anche qualche giorno prima. Quell’auto dall’assetto sportivo, del resto, non passava inosservata: motorizzata Cosworth, aveva un rumore intenso e inconfondibile.

La procura di Viterbo ha disposto gli esami tossicologici per capire se il ventenne fosse sotto l’effetto di alcol o altre sostanze, mentre era al volante insieme all’amico minorenne e alle gemelle. Non è stata fatta, invece, autopsia.


Condividi la notizia:
6 ottobre, 2015

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR