--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Omicidio del Riello - La testimonianza della fidanzata di Sabato Battaglia, Lorella Colman

Venzi voleva chiamare i carabinieri

Condividi la notizia:

Sabato Louis Francesco Battaglia

Sabato Louis Francesco Battaglia

Federico Venzi

Federico Venzi

Viterbo Omicidio del Riello - Il luogo dell'aggressione

Viterbo Omicidio del Riello – Il luogo dell’aggressione

Viterbo Omicidio del Riello - Il luogo dell'aggressione

Viterbo Omicidio del Riello – Il luogo dell’aggressione 

Viterbo – (s.m.) – Voleva chiamare i carabinieri.

Federico Venzi, il 43enne ucciso all’alba del 27 settembre a due passi dal centro, aveva offerto il suo aiuto a una ragazza, caduta a terra. Ma il fidanzato Sabato Battaglia ha reagito male.

A dichiararlo è Lorella Colman, la studentessa 22enne compagna di Battaglia, interrogata dagli inquirenti poche ore dopo l’omicidio. 

Su di lei, adesso, pesa una denuncia per favoreggiamento, per aver concordato una versione unanime con gli amici per aiutare Sabato. Ma quando viene ascoltata, di fatto, fa tutt’altro che un favore al fidanzato.

Se Battaglia si difende sostenendo di aver subito un principio di aggressione da Venzi, con annessi insulti, la ragazza nega: non è stata né offesa né sfiorata dal 43enne romano residente a Caprarola, trovato agonizzante da passanti alle 4,45 del 27 settembre. E’ riverso in via Aldo Moro accanto a una chiazza di sangue. Il suo amico, ubriaco, non è in grado neppure di chiamare i soccorsi. E’ la prima auto che passa e che vede la scena ad allertare 118 e i carabinieri. 

Secondo Lorella Colman, Venzi si avvicina a lei e al fidanzato e chiede: “Chiamo i carabinieri?”. Un goffo tentativo di dare una mano, considerando l’avanzato stato di ebbrezza in cui si trovava anche la vittima, oltre al suo amico. Venivano da un locale in via De Lellis.

La ragazza era a terra, all’altezza della rotatoria di via della Palazzina (lato Ipercoop), con Battaglia chinato su di lei. Venzi deve aver pensato a un’aggressione: per questo ha chiesto se era il caso che chiamasse i carabinieri. Si sarebbe sentito rispondere da Battaglia qualcosa tipo: “Se non te ne vai li chiamo io”. Dopodiché la coppia se n’è andata a piedi verso l’uscita successiva della rotatoria, quella di via Aldo Moro. Ma sentendo i due sconosciuti dietro di sé, a pochi metri, Battaglia ha reagito sferrando almeno due pugni a Venzi, che è caduto a terra, mentre i due ragazzi scappavano. E’ sopravvissuto appena un paio d’ore.

Sul posto, i carabinieri del nucleo investigativo, del nucleo radiomobile e della compagnia di Viterbo hanno trovato i denti di Venzi, staccati dalla violenza del pugno. Il 43enne era irriconoscibile al suo arrivo all’ospedale Belcolle. La nota dei carabinieri, diramata dopo l’arresto di Battaglia, parla di colpi letali al viso e alla trachea, ma solo l’autopsia potrà chiarire l’esatta dinamica della morte. La possibilità più favorevole alla difesa sarebbe che, dagli accertamenti medico-legali, emergesse che la morte è dovuta al colpo alla testa nella caduta a terra. In questa circostanza, forse, l’accusa potrebbe essere alleggerita in omicidio preterintenzionale. Importante sarà anche capire quanti colpi ha sferrato il 22enne e se ha infierito sul 43enne anche mentre era riverso sull’asfalto.

I risultati dell’autopsia arriveranno entro i prossimi due mesi.


Condividi la notizia:
8 ottobre, 2015

Omicidio del Riello ... Gli articoli

  1. Battaglia di nuovo in carcere, il difensore: "Ce lo aspettavamo"
  2. Omicidio del Riello, Battaglia torna in carcere
  3. "Non auguro a nessuno di incontrare per strada l'omicida del figlio"
  4. Omicidio del Riello, Battaglia chiede i domiciliari a casa della madre
  5. "Sarebbe un'attenuante risarcire la mamma e i fratelli di Federico"
  6. Pena troppo alta, Battaglia chiede l'annullamento
  7. "Perché si vuole riabilitare un ragazzo violento?"
  8. Omicidio del Riello, Battaglia fuori dal carcere
  9. "Sarebbero poco rassicuranti per tutti i domiciliari a Battaglia"
  10. "E ora Battaglia fuori dal carcere..."
  11. Omicidio del Riello, 9 anni e 10 mesi a Battaglia
  12. Omicidio del Riello, si torna in aula
  13. Sabato Battaglia non è un mostro
  14. "Per la morte di Venzi chiederemo i soldi allo stato"
  15. "Un totale disprezzo della vita"
  16. Sabato Battaglia condannato a 12 anni
  17. Omicidio del Riello, conto alla rovescia per la sentenza
  18. "Una tragedia che ha distrutto due famiglie"
  19. Chiesti 12 anni per Battaglia
  20. Omicidio del Riello, oggi la sentenza
  21. Omicidio del Riello, udienza lampo
  22. Omicidio del Riello, processo a Battaglia
  23. Omicidio del Riello, a giugno il processo
  24. Omicidio del Riello, Battaglia chiede l'abbreviato
  25. Omicidio del Riello, la procura vuole il processo subito
  26. La difesa in Cassazione: "Battaglia non voleva uccidere"
  27. Venzi soffocato dal suo stesso sangue
  28. Omicidio del Riello, chiesto un mese per l'autopsia
  29. Omicidio del Riello, si allungano i tempi per l'autopsia
  30. Omicidio del Riello, Battaglia ricorre in Cassazione
  31. Sabato Battaglia resta in carcere
  32. Il Riesame prende tempo su Sabato Battaglia
  33. Oggi il Riesame per Sabato Battaglia
  34. Omicidio del Riello, ascoltata la fidanzata di Battaglia
  35. Sabato Battaglia via da Mammagialla
  36. Omicidio del Riello, slitta l'udienza per Sabato Battaglia
  37. Omicidio del Riello, Battaglia davanti al Riesame lunedì
  38. Omicidio del Riello, Battaglia davanti al Riesame
  39. Raccolta fondi per l'omicida
  40. Venzi voleva difendere la ragazza
  41. Omicidio del Riello, denunciati due amici di Battaglia
  42. Omicidio del Riello, Battaglia resta in carcere
  43. Omicidio del Riello, chiesti i domiciliari per Battaglia
  44. "Battaglia si sente vittima di un'aggressione"
  45. Omicidio del Riello, Battaglia figlio di un pentito di camorra
  46. Pugni letali al viso e alla trachea
  47. L'omicida del Riello è un ventiduenne
  48. Pestato a morte, un fermo per omicidio
  49. Pestato e ucciso al Riello

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR