--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Dopo il no del Riesame ai domiciliari, nuovo tentativo della difesa del 22enne

Omicidio del Riello, Battaglia ricorre in Cassazione

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Condividi la notizia:

Sabato Louis Francesco Battaglia

Sabato Louis Francesco Battaglia

Federico Venzi

Federico Venzi

Il punto dove è stato ritrovato Federico Venzi

Il punto dove è stato ritrovato Federico Venzi

Viterbo Omicidio del Riello - Il luogo dell'aggressione

Viterbo – Omicidio del Riello – Il luogo dell’aggressione 

Viterbo – Sabato Battaglia ricorre in Cassazione.

Dopo il tentativo fallito al Riesame di ottenere gli arresti domiciliari, il 22enne ci riprova. Stavolta con un ricorso alla Suprema Corte. L’extrema ratio per cercare di ottenere una misura più leggera del carcere, dov’è rinchiuso dal 27 settembre scorso per omicidio volontario.

Battaglia è accusato di aver ucciso Federico Venzi, 43 anni, romano residente a Caprarola. Piccoli precedenti alle spalle, ma neppure il 22enne è limpido al massimo: è in attesa di giudizio per una violenta scazzottata fuori da un locale. Uno dei feriti riportò lesioni per trenta giorni. 

Le strade del ragazzo, figlio di un pentito di camorra, e di Venzi si incontrano all’alba del 27 settembre, alla rotatoria del Riello. Battaglia è con la fidanzata Lorella Colman, studentessa universitaria 22enne di Vetralla, a tutt’oggi indagata per favoreggiamento insieme a due amici del giovane. Venzi con un conoscente di nazionalità marocchina: sono entrambi ubriachi quando escono da un circolo privato in zona Riello e, a piedi, si incamminano alla rotatoria.

All’uscita di via della Palazzina, lato Ipercoop, ci sono Battaglia e la fidanzata che parlano. Venzi vede la ragazza semi sdraiata a terra. Forse pensa a un’aggressione. Offre il suo aiuto, chiedendo se c’è bisogno che chiami i carabinieri. Da Battaglia ottiene una risposta tipo: “Se non te ne vai li chiamo io”.

Sembra finire tutto lì. Con i due ragazzi che si allontanano a piedi. Ma Venzi e l’amico li seguono e Battaglia non gradisce. Cinquanta metri al massimo, tempo di raggiungere a piedi l’uscita vicina della rotatoria che imbocca su via Aldo Moro: qui, i pugni che atterrano Venzi e i fidanzati che scappano via. Il 43enne muore dopo circa tre ore all’ospedale Belcolle. 

L’amico non sarà in grado neppure di chiamare il 118: saranno dei passanti a soccorrere Venzi, mentre i carabinieri del nucleo investigativo di Giovanni Martufi, seguendo le tracce di sangue sull’asfalto, arriveranno dritti all’omicida in poche ore. Interrogato dal pm Massimiliano Siddi, Battaglia dirà di essersi sentito vittima di un’aggressione. Ma a sconfessarlo è proprio la fidanzata che, ascoltata più volte, non conferma in nessun interrogatorio che Venzi avesse intenzioni minacciose.

La difesa può ancora sperare in un alleggerimento dell’accusa da omicidio volontario a preterintenzionale. Tutto dipenderà dall’esito dell’autopsia eseguita dal medico legale Maria Rosaria Aromatario, decisiva per capire se a uccidere Venzi sono stati i colpi al viso e alla trachea sferrati da Battaglia o il colpo alla testa dopo la caduta.


Condividi la notizia:
9 novembre, 2015

Omicidio del Riello ... Gli articoli

  1. Battaglia di nuovo in carcere, il difensore: "Ce lo aspettavamo"
  2. Omicidio del Riello, Battaglia torna in carcere
  3. "Non auguro a nessuno di incontrare per strada l'omicida del figlio"
  4. Omicidio del Riello, Battaglia chiede i domiciliari a casa della madre
  5. "Sarebbe un'attenuante risarcire la mamma e i fratelli di Federico"
  6. Pena troppo alta, Battaglia chiede l'annullamento
  7. "Perché si vuole riabilitare un ragazzo violento?"
  8. Omicidio del Riello, Battaglia fuori dal carcere
  9. "Sarebbero poco rassicuranti per tutti i domiciliari a Battaglia"
  10. "E ora Battaglia fuori dal carcere..."
  11. Omicidio del Riello, 9 anni e 10 mesi a Battaglia
  12. Omicidio del Riello, si torna in aula
  13. Sabato Battaglia non è un mostro
  14. "Per la morte di Venzi chiederemo i soldi allo stato"
  15. "Un totale disprezzo della vita"
  16. Sabato Battaglia condannato a 12 anni
  17. Omicidio del Riello, conto alla rovescia per la sentenza
  18. "Una tragedia che ha distrutto due famiglie"
  19. Chiesti 12 anni per Battaglia
  20. Omicidio del Riello, oggi la sentenza
  21. Omicidio del Riello, udienza lampo
  22. Omicidio del Riello, processo a Battaglia
  23. Omicidio del Riello, a giugno il processo
  24. Omicidio del Riello, Battaglia chiede l'abbreviato
  25. Omicidio del Riello, la procura vuole il processo subito
  26. La difesa in Cassazione: "Battaglia non voleva uccidere"
  27. Venzi soffocato dal suo stesso sangue
  28. Omicidio del Riello, chiesto un mese per l'autopsia
  29. Omicidio del Riello, si allungano i tempi per l'autopsia
  30. Sabato Battaglia resta in carcere
  31. Il Riesame prende tempo su Sabato Battaglia
  32. Oggi il Riesame per Sabato Battaglia
  33. Omicidio del Riello, ascoltata la fidanzata di Battaglia
  34. Sabato Battaglia via da Mammagialla
  35. Omicidio del Riello, slitta l'udienza per Sabato Battaglia
  36. Omicidio del Riello, Battaglia davanti al Riesame lunedì
  37. Omicidio del Riello, Battaglia davanti al Riesame
  38. Venzi voleva chiamare i carabinieri
  39. Raccolta fondi per l'omicida
  40. Venzi voleva difendere la ragazza
  41. Omicidio del Riello, denunciati due amici di Battaglia
  42. Omicidio del Riello, Battaglia resta in carcere
  43. Omicidio del Riello, chiesti i domiciliari per Battaglia
  44. "Battaglia si sente vittima di un'aggressione"
  45. Omicidio del Riello, Battaglia figlio di un pentito di camorra
  46. Pugni letali al viso e alla trachea
  47. L'omicida del Riello è un ventiduenne
  48. Pestato a morte, un fermo per omicidio
  49. Pestato e ucciso al Riello
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR