- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Protesta sotto la sede Cotral: “Aiutateci a cambiare”

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Viterbo - Un pullman Cotral con gli studenti ammassati [4]

Viterbo – Un pullman Cotral con gli studenti ammassati

Viterbo - Un pullman Cotral con gli studenti ammassati [5]

Viterbo – Un pullman Cotral con gli studenti ammassati

Montalto di Castro - Il pullman Cotral affollato [6]

Montalto di Castro – Il pullman Cotral affollato 

Viterbo – “Aiutateci a cambiare”.

E’ un vero e proprio appello quello lanciato dal Sindacato unitario lavoratori comparto trasporti (Sul) per la manifestazione di domani, sotto la sede del Cotral.

La protesta, indetta dal sindacato, arriva dopo la marea di disservizi nel Viterbese e in altre province del Lazio. I motivi sono riepilogati nei volantini distribuiti da giorni sugli autobus: trasferimento di personale a più di cento chilometri dalla residenza senza motivo; comunicazioni errate su accordi vigenti; soppressioni di corse, repressione e utilizzo della disciplina per costringere il personale a prestare servizio anche in condizioni non ottimali. 

“Le trattative con l’azienda si sono interrotte in estate – spiega Renzo Coppini, rappresentante sindacale del Sul Lazio -. A luglio è stata presentata una proposta che non abbiamo gradito, fatta di tagli non concordati e di un calendario impossibile. Addirittura, in alcune zone, c’era una scopertura di mezzi per l’uscita da scuola dei ragazzi. Né il Sul, né l’Ugl hanno firmato”.

La battaglia è su tutti i fronti: “Abbiamo impugnato certi trasferimenti di personale decisi al di fuori degli accordi e senza un perché – continua Coppini -. Un esempio per Viterbo: un autista 58enne con quattro bypass trasferito da Viterbo a Civita Castellana. Quaranta chilometri. Lo stesso sta succedendo ad alcuni impiegati, sbattuti dalla direzione centrale romana a Tivoli e Latina, in un inspiegabile clima di terrorismo. Hanno fatto persino la conta di chi ha distribuito i volantini della protesta, minacciando ritorsioni. Un modo molto repressivo di intendere la disciplina…”.

Per non parlare della pessima organizzazione.  
Numerosi, nella sola provincia di Viterbo, i bus rimasti fermi perché gli autisti si sono rifiutati di partire: il pullman era pieno oltre la capienza regolamentare. In caso di incidenti, la responsabilità è del conducente che, quindi, saggiamente, resta fermo in attesa della corsa successiva per distribuire l’utenza. Ma tra ritardi e disservizi, c’è chi è stufo di pagare l’abbonamento per rimetterci o rischiare, come quando il bus parte lo stesso ed è talmente pieno che le porte nemmeno si chiudono. Le tensioni si ripercuotono inevitabilmente sul personale.

“Sputi, ingiurie, insulti all’ordine del giorno… Sono così tante le aggressioni agli autisti che ormai non le denunciamo più – continua Coppini -. Ma così non si può andare avanti. L’azienda deve ascoltare gli autisti perché nessun altro come loro, ogni giorno sulla strada, può avere il polso della situazione”.

A Viterbo, una trentina di persone si è rivolta a un legale, Floriana Clementi, madre di due figli liceali che toccano con mano ogni giorno le carenze del trasporto pubblico targato Cotral.

Il 20 ottobre scorso l’avvocatessa era stata invitata a partecipare a un incontro con i vertici Cotral [7] proprio alla sede centrale di via Alimena. Tante promesse di riorganizzare orari e parco autobus in base alle esigenze degli utenti. Promesse da marinaio, almeno per ora.

“Le aggressioni all’ordine del giorno peggiorano quel rapporto di fiducia e rispetto reciproco che dovrebbe stare alla base del rapporto tra personale e utenti – si legge sul volantino distribuito sugli autobus per pubblicizzare la protesta di domani -. E’ per ripristinare questo clima che ci stiamo attivando verso le istituzioni competenti, perché cessino tutte quelle azioni che stanno danneggiando il servizio”. 

Il Sul invita alla manifestazione del 10 novembre, dalle 13 alle 15, sotto la direzione Cotral in via Alimena 105 a Roma: “Migliorare il servizio per l’utenza è una nostra priorità”.


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]