--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ronciglione - Operazione Tsunami - Bloccate tre persone per concorso continuato in spaccio di sostanze stupefacenti

Traffico di droga, altri tre arresti

Condividi la notizia:

Operazione Tsunami dei carabinieri

Operazione Tsunami dei carabinieri 

Operazione Tsunami - Il materiale sequestrato dai carabinieri

Operazione Tsunami – Il materiale sequestrato dai carabinieri 

Operazione Tsunami dei carabinieri - Un panetto di droga

Operazione Tsunami dei carabinieri – Un panetto di droga 

Operazione Tsunami - Il materiale sequestrato dai carabinieri

Operazione Tsunami – Il materiale sequestrato dai carabinieri 

Ronciglione – Operazione Tsunami, altri tre arresti (video – fotocronaca – slide).

Continua l’attività dei carabinieri della compagnia di Ronciglione nell’ambito dell’operazione “Tsunami” che nei giorni scorsi ha portato a più di 21 arresti e la denuncia di decine di persone per traffico di sostanze stupefacenti.

Ieri, i militari del nucleo operativo e radiomobile di quella compagnia hanno arrestato altri tre uomini di Roma rispettivamente di 24, 22 e 57 anni, sempre con l’accusa di concorso continuato in spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arresto è scaturito da una richiesta dei carabinieri all’autorità giudiziaria capitolina in ordine alle posizioni di alcuni indagati residenti nella capitale.

I provvedimenti, emessi dalla procura della Repubblica al tribunale di Roma, che ha concordato pienamente con la tesi degli investigatori, suffragata dalle testimonianze delle persone ascoltate in questi giorni, sono stati eseguiti ieri.

Dopo le formalità di rito, due degli arrestati sono stati portati nelle loro case, mentre il terzo è stato portato al carcere di Regina Coeli a disposizione dell’autorità giudiziaria competente.

Intanto i militari continuano ad ascoltare persone. Negli ultimi giorni alcuni genitori di ragazzi sentiti nell’ambito dell’indagine hanno espresso la propria gratitudine al comandante della compagnia di Ronciglione per il positivo risultato ottenuto nella lotta al traffico degli stupefacenti tra i più giovani.


Condividi la notizia:
6 novembre, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR