- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Il processo al dentista Fiorita riparte da zero

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Il dentista Gianfranco Fiorita [3]

Il dentista Gianfranco Fiorita

Il dentista Gianfranco Fiorita [4]

Il dentista Gianfranco Fiorita

Il dentista Gianfranco Fiorita [5]

Il dentista Gianfranco Fiorita 

Viterbo – Tre anni di udienze azzerati: i testimoni dovranno tornare uno a uno in tribunale a ripetere le loro personali disavventure dal dentista.

Gianfranco Fiorita è in ospedale da giorni e il suo avvocato Roberto Alabiso ha chiesto di rinviare l’udienza. Per accertarsi delle sue reali condizioni di salute, il tribunale ha mandato addirittura controlli in reparto: è vero. Cardiopatico, Fiorita è stato ricoverato dopo un collasso cardiocircolatorio. Non si sa ancora quando potrà lasciare l’ospedale. 

Quel che è certo, invece, è che il giudice Eugenio Turco, che fino a oggi aveva seguito il processo e che ieri nella sua ultima udienza a Viterbo era pronto a chiuderlo, dal 2016 non ci sarà. Per lui, un importante incarico internazionale a Belgrado. Per il processo una vera e propria riapertura perché la difesa del dentista, tra accettare che il nuovo giudice legga gli atti già eseguiti e quindi i verbali delle testimonianze raccolte in aula, e riconvocare tutti i testimoni per ascoltarli di nuovo, ha scelto la seconda opzione.

Si ricomincerà da capo. Probabilmente davanti al giovane giudice civile Giacomo Autizi, che voci di corridoio vorrebbero destinato a prendere il posto del dottor Turco al penale e, quindi, a ereditarne il cumulo di processi. Si vedrà dal 7 gennaio in poi. 

La nuova udienza per Fiorita è fissata ai primi di marzo. Un’appropriazione indebita da 660mila euro circa, secondo il pm Stefano D’Arma, con annessa fuga in Paraguay dov’è rimasto per quattro anni, lasciandosi dietro l’ira dei tanti clienti rimasti con punti e ponti in bocca. Lavori a metà pagati per intero anche dopo la sua fuga e la necessità di rivolgersi a un altro dentista: in tanti avevano seguito il suo consiglio di chiedere un prestito a finanziarie e rateizzare la restituzione. 61 parti civili pronte a batter cassa all’ex dentista latitante. Ma in totale le persone offese contate dalla procura sono 79.

L’arresto, in aeroporto a Fiumicino, nel settembre 2014 e il sequestro del passaporto. Dal carcere Mammagialla è uscito dopo due mesi. Lui si professa innocente: non voleva scappare, ma è stato costretto perché minacciato ed è fuggito con 700 euro, altro che 700mila, raccontò in tribunale a settembre, a un anno esatto dal suo ritorno a Viterbo.

Un processo che riparte e una sentenza che si allontana Per sapere se Fiorita ha guadagnato soldi utili per la sua lunga permanenza in Paraguay bisognerà aspettare la decisione di un giudice. Sicuramente, adesso, guadagna tempo.


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [6]
  • [1]
  • [2]