--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Interdittiva per Viterbo Ambiente - Interviene il legale della società

“Nessun collegamento con Mafia capitale”

Condividi la notizia:

L'avvocato David Brunelli

L’avvocato David Brunelli

Carlo Rosario Noto La Diega, presidente del cda di Viterbo Ambiente e governatore del Rotary

Carlo Rosario Noto La Diega 

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Formulo il presente comunicato in qualità di legale dell’ingegner Rosario Carlo Noto La Diega, in relazione alle notizie stampa pubblicate in questi giorni e concernenti l’interdittiva antimafia notificata alla Viterbo Ambiente s.c.a.r.l., società gestrice di rifiuti nei comuni di Viterbo e di Montefiascone, partecipata al 51 per cento da Gesenu s.p.a..

In proposito, ritengo doveroso sottolineare che nel provvedimento del Prefetto di Viterbo non si fa alcuna menzione a collegamenti esistenti tra l’assetto societario di Gesenu s.p.a. e la vicenda giudiziaria che interessa la procura romana nota come “Mafia capitale”.

La società perugina è richiamata nell’atto prefettizio ricevuto dalla Viterbo Ambiente unicamente in ragione dell’interdittiva già ricevuta dalla stessa, nonché per il ruolo dirigenziale rivestito in entrambe le società dall’ingegner Rosario Carlo Noto La Diega, che è stato amministratore delegato della società perugina fino al luglio 2013 e presidente della cooperativa sino al giugno 2015.

Nell’interdittiva, si fa riferimento ad alcuni procedimenti penali che vedono coinvolto l’ingegner Noto La Diega, ma è importante sottolineare che si tratta di null’altro che delle medesime indagini già richiamate nel provvedimento prefettizio emesso nei riguardi della Gesenu s.p.a., aventi a oggetto fatti inerenti all’esercizio dell’ordinaria attività di gestione dei rifiuti, senza alcun collegamento ad attività di tipo mafioso e, in particolare, al procedimento noto come “Mafia capitale”.

Aggiungo che tali procedimenti, sono tutti in corso di istruttoria e che il mio assistito non è stato interessato ad oggi da alcuna condanna.

David Brunelli
Avvocato


Condividi la notizia:
2 dicembre, 2015

Inchiesta "Vento di maestrale" ... Gli articoli

  1. "Valanga di rifiuti in città, ma pochi controlli e penali a Viterbo Ambiente"
  2. Casale Bussi, 78 parti civili contro la malagestione della discarica
  3. Vento di maestrale - Viterbo Ambiente, prima udienza lampo
  4. Maxinchiesta sui rifiuti, un solo processo per otto imputati
  5. Inchiesta Viterbo Ambiente, parte il processo a Dello Vicario, Bonfiglio e Tonnetti
  6. Truffa rifiuti, al via il processo al dirigente comunale Dello Vicario
  7. Maxinchiesta sui rifiuti, processo al via anche per il direttore tecnico di Casale Bussi
  8. Maxinchiesta sui rifiuti, record di oltre cento parti civili contro Ecologia Viterbo
  9. Maxinchiesta sui rifiuti, processo al via per sette imputati
  10. Inchiesta rifiuti, sette rinvii a giudizio
  11. Truffa milionaria sui rifiuti, cinque avvisi di fine indagine
  12. Inchiesta rifiuti, gli atti tornano in procura
  13. "Ecologia Viterbo, il Comune si costituirà parte civile"
  14. Inchiesta rifiuti, la procura vuole il processo
  15. "Viterbo Ambiente, pericolo di condizionamento mafioso"
  16. Inchiesta rifiuti, sette avvisi di garanzia
  17. Rifiuti, il comune consegna documenti alla procura
  18. "Ordinanza d'arresto appiattita sull'accusa"
  19. Libero anche l'ultimo uomo di Ecologia Viterbo
  20. Liberi Zadotti, Rizzo e Sacchetti
  21. Zadotti fuori dalla Ternana Calcio
  22. Revocati i domiciliari a Francesco Bonfiglio
  23. Tonnetti torna libero, annullati i domiciliari
  24. Inchiesta rifiuti, è corsa al tribunale del riesame
  25. Viterbo Ambiente, Bonfiglio interrogato per tre ore
  26. Rifiuti, ascoltato il segretario generale del comune
  27. La difesa di Dello Vicario: "Viterbo Ambiente sanzionata per 96mila euro"
  28. "Poi c'è la riccia che magari me fa 'na foto..."
  29. Revocati i domiciliari al presidente di Viterbo Ambiente
  30. Tutti i soldi che Viterbo Ambiente voleva
  31. Revocati i domiciliari a Dello Vicario
  32. Maxi interrogatori per Dello Vicario e Quintarelli
  33. "La ditta sta giocando sporco..."
  34. "Dovete spazzà, svuotà le isole e pulì per terra"
  35. Una frode da più di un milione di euro
  36. Gestione dei rifiuti, nove arresti
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR