--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Condannato per ingiurie, assolto per minacce e violazione degli obblighi di assistenza familiare

Strattona e offende la moglie incinta

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Viterbo - Tribunale

Viterbo – Tribunale 

Viterbo – Condannato per ingiurie. Assolto dalle accuse di minacce e di mancato pagamento degli alimenti al figlio piccolo.

Termina così, con mille euro di multa e altri mille di risarcimento danni, il processo a un 40enne denunciato dall’ex moglie tre anni fa.

Tradita e abbandonata mentre era incinta, aveva chiamato i carabinieri nell’ottobre 2011, dopo essere stata strattonata e offesa: era all’ottavo mese di una gravidanza difficile.

La difesa ha negato, ricordando che l’imputato aveva contribuito come poteva al mantenimento del figlio, col suo modesto stipendio di programmatore. Gli avvocati, inoltre, avevano in mano la registrazione di una lite tra la coppia, dove sarebbe stata lei a promettere all’ex di rendergli la vita impossibile e di fargli la guerra in tribunale. Per la difesa “l’impulso vendicativo terrificante di una donna inferocita, dopo aver scoperto in gravidanza della relazione extraconiugale del marito”, pronto già anni fa a sporgere querela per calunnia.

Accuse infondate? Non del tutto, per il tribunale di Viterbo. L’imputato è stato assolto ieri da minacce e violazione degli obblighi di assistenza familiare, ma condannato per le ingiurie all’ex moglie. 

17 dicembre, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR