Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Canino - Dal 5 all'8 dicembre

Torna la sagra dell’olivo

Condividi la notizia:

Canino - Sagra dell'olio

Canino – Sagra dell’olio

Canino - Sagra dell'olio

Canino – Sagra dell’olio

Canino – Tra storia e gastronomia, Canino celebra il suo olio dop. Dal 5 all’8 dicembre la sagra dell’olivo con rievocazioni, degustazioni e spettacoli.

Dopo l’anteprima dello scorso fine settimana, dal 5 all’8 dicembre a Canino è il momento della sagra dell’olivo, giunta alla 55esima edizione, una delle feste gastronomiche e popolari più longeve della Tuscia.

Con la sagra dell’olivo, la cittadina maremmana celebra il suo prodotto di eccellenza, l’olio extravergine di qualità certificata dop, simbolo di un’antichissima tradizione agricola e propulsore dell’economia locale.

Un ricchissimo programma di oltre settanta appuntamenti tra degustazioni, rievocazioni storiche, attività per bambini, cantinoni tipici, spettacoli teatrali, visite ai frantoi, conferenze ed eventi speciali.

In particolare, sabato 5 e domenica 6 dicembre, alle 10,30, in piazza Mazzini, piazza Vittorio Emanuele e all’Arancera andrà in scena una rievocazione storica con la partecipazione della compagnia d’arme Sancto Eramo di Pomezia, gli uomini d’arme città dell’Aquila e la nobile compagnia Gratulantes.

Dal pomeriggio del 5, all’Arancera, saranno esposte macchine d’assedio medioevali con dimostrazione del loro funzionamento e si svolgerà un torneo di tiro con l’arco medioevale. Domenica 6 alle 15, con partenza dal convento di san Francesco, sfilata del corteo storico di Canino per le vie del centro, con la partecipazione del corteo storico di Monterotondo.

Il teatro comunale di Canino sarò  animato da diversi spettacoli, tra cui sabato 5 dicembre alle 21 Natale all’osteria, a cura di Pietro Benedetti, con Antonello Ricci, Michela Benedetti e con i poeti a braccio Ennio De Santis e Alessandro Calabresi all’organetto.

Domenica 6 sempre alle 21 “Da nord a sud – La storia è femmina”, spettacolo con Laura Leo e Arcangelo Corinti, regia di Elda Martinelli e infine le serate del 7 e dell’8 la compagnia Gens Caninia in “Maremma – Ho perso l’ascensore”.

La sala Arancera, per tutta la durata della sagra, ospiterà degustazioni, banchi d’assaggio e incontri con esperti. Non mancheranno i tradizionali record, che vedranno cimentarsi i maestri fornai: il pizzicotto più grande del mondo (sabato 5), il mostacciolo (domenica 6) e l’immancabile bruschetta (martedì 8) che, seguita dai fuochi d’artificio, concluderà la festa.


Condividi la notizia:
3 dicembre, 2015

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR