--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo -

Violenza contro le donne, bene il convegno all’Unitus

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Viterbo - Santa Maria in Gradi

Viterbo – Santa Maria in Gradi 

Viterbo – Si è tenuto sabato scorso nel rettorato dell’Università della Tuscia, in via Santa Maria in Gradi, il convegno sulla violenza contro le donne.

Organizzato dall’Ordine dei medici provinciale, in collaborazione con il club cittadino del Soroptimist e con il patrocinio del comune il convegno ha fatto registrare il tutto esaurito.

Professionisti si sono registrati al seminario come i medici di pronto soccorso, di medicina generale, avvocati, psicologi, ma anche cittadini che hanno voluto essere presenti ed ascoltare dal vivo i relatori che di volta in volta si alternavano sul palco.

Il convegno è stato aperto da Lanzetti che, nella doppia veste di presidente dell’Ordine che di responsabile scientifico, ha presentato i lavori della giornata.

A seguire è stata la volta della dottoressa Kunstermann che ha illustrato l’epidemiologia della violenza sulle donne. Poco dopo è stata la volta del professor Ferracuti che ha spiegato la psicologia del ‘sex offender’. Successivamente ha preso la parola l’avvocato Russo che ha parlato dello sguardo femminile sulla violenza.

“Essere maschi senza essere violenti” questo l’intervento del dottor Palmisciano, la “Normativa attuale” a cura della dottoressa Conti e “l’accesso al Pronto soccorso e la possibile evoluzione della normativa” a cura della Dott.ssa Kustermann ha chiuso la prima parte.

Nel pomeriggio spazio al ruolo delle Istituzioni del territorio di Viterbo con i rappresentanti di prefettura, polizia di Stato, carabinieri e comune.

I centri antiviolenza, approcci diversi allo stesso problema.

Nel tardo pomeriggio la tavola rotonda promossa dal presidente Lanzetti alla quale hanno preso parte i relatori ed attraverso la quale è stata elaborato un protocollo per le indicazioni di comportamento da inviare ai medici di medicina generale e di pronto soccorso.

Soddisfatto dell’esito del convegno il presidente Lanzetti.

“Con questo evento – sostiene – si è voluto smuovere le coscienze su un problema attuale che ci tocca da vicino come professionisti e come cittadini e che potrà trovare risposta solo con la creazione di una proficua rete che non potrà essere costituita se non con l’aiuto di tutte le forze in campo.”

 


Condividi la notizia:
2 dicembre, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR