- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Fatture false, ancora guai per Franco Fiorito

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Franco Fiorito esce dalla procura di Viterbo [4]

Franco Fiorito

Francesco Battistoni [5]

Francesco Battistoni 

Viterbo – Ancora guai per Franco Fiorito.

“Er Batman” di Anagni non ha ancora finito di imbattersi nei rivoli giudiziari della vicenda fatture taroccate, nel dossier creato ad arte per screditare Francesco Battistoni, ex capogruppo Pdl alla Regione Lazio. 

Nel troncone principale della vicenda, Fiorito è indagato per falso, calunnia e diffamazione, con l’accusa di aver realizzato e divulgato il plico di finte fatture con importi gonfiati per cene e comunicazione. L’intento sarebbe stato far passare Francesco Battistoni, successore di Fiorito alla guida del gruppo regionale Pdl, come “scialacquatore” delle sostanze del gruppo. Una specie di vendetta nei confronti di Battistoni, che per primo aveva notato ammanchi nelle casse del gruppo e dato il via alle indagini su Fiorito. Ma anche una difesa dello stesso Fiorito, stile “così fan tutti”.

In tal caso, c’è pronta una richiesta di rinvio a giudizio del pm Massimiliano Siddi, sulla quale il gup di Viterbo Stefano Pepe deciderà a febbraio.

Nel frattempo, Battistoni, sempre rappresentato dall’avvocato Enrico Valentini, ha denunciato Fiorito almeno altre due volte, sempre per diffamazione. In un caso, il tribunale di Roma ha fissato la prima udienza del processo per Fiorito, un giornalista e il direttore responsabile di un noto quotidiano romano al 28 settembre 2016, sempre per articoli che riportavano gli importi pompati delle fatture false.

L’ultima denuncia, rimasta inedita finora, riguardava invece le esternazioni del “federale di Anagni” a una trasmissione televisiva su Rai3. Fiorito, in sostanza, sosteneva falsamente che Battistoni fosse indagato per la vicenda delle fatture false, quando, in realtà, il regista occulto dell’operazione fu proprio lui, secondo la tesi degli inquirenti. A marzo l’udienza preliminare.

 


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]