--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Carbognano - Il 23 e 24 gennaio, lo spettacolo di Michele La Ginestra con la regia di Roberto Ciufoli

“M’accompagno da me” al teatro Bianconi

Condividi la notizia:

Carbognano

Carbognano

Carbognano – Riceviamo e pubblichiamo – Torna Michele La Ginestra al teatro Bianconi con il suo ultimo spettacolo. “M’accompagno da me”, risate e riflessioni per uno spettacolo imperdibile.

Dopo lo straordinario successo riscosso al suo debutto al teatro 7 con il tutto esaurito e lunghissime liste di attesa, Michele La Ginestra arriva al teatro Bianconi con il suo ultimo spettacolo di cui è autore: “M’accompagno da me” con la regia di Roberto Ciufoli.

Insieme all’autore sul palco Andrea Perrozzi, Gabriele Carbotti, Ludovica Di Donato e Alberta Cipriani. Vanno anche ricordati Alessandro Prugnola, Salvatore Ferraro, Adriano Bennicelli e Roberto Ciufoli che hanno collaborato alla stesura del testo. Lo spettacolo è in programma per sabato 23 gennaio alle 21 e domenica 24 gennaio alle 17,30.

E’ uno spettacolo comico, ma al contempo pieno di dettagli ricercati e arricchimenti che a volte divertono nel loro sarcasmo, a volte commuovono nella loro estrema sensibilità e profondità. La scenografia è quella di un carcere, ci sono delle sbarre e quattro detenuti che aiutano a scandire a suon di musica e a passi di danza intervallando gli interventi di otto personaggi, incarnati da Michele La Ginestra travestendosi ogni volta in modo diverso.

Avvocati, detenuti, personaggi improbabili, tutti legati da un unico comun denominatore: i reati previsti dagli articoli del codice penale. Ognuno di questi interventi ha lo scopo di portare in scena una storia personale, un dramma intimo da confessare al pubblico, un modo per aprirsi ed espiare le proprie colpe, trovando poi un nuovo inizio e una nuova pace interiore.

Un concentrato di emozioni, di sorrisi, di risate piene, di attimi di commozione, con quel pizzico di profondità che arricchisce il testo, magnificamente interpretato da Michele La Ginestra e magistralmente diretto da Roberto Ciufoli.

La maestria della commedia e di un grande attore è questa: commuovere profondamente dopo una risata e l’attore romano riesce ancora una volta a colpire il cuore del il suo pubblico allestendo un testo dai lineamenti sfumati, dove la vena umoristica intelligente passa, come in un gioco di dissolvenze, alla componente più sentimentale intessuta di cortesia e di delicatezza.

Ad accompagnare l’ex Rugantino in tale caleidoscopica e variegata rappresentazione del genere umano sono quattro performer di ottimo livello – Andrea Perrozzi, Gabriele Carbotti, Ludovica Di Donato, Alberta Cipriani -, che nei panni dei detenuti 617, 761, 716 e 167 si alternano fra i brani musicali (ideati dallo stesso Perrozzi e da Salvatore Ferraro), espressioni interpretative e movimenti coreografici (di Rita Pivano) in cui le loro voci potenti e perfettamente incastrate, creano un amalgamarsi di musiche che cullano quasi ogni singolo ingresso di ogni nuovo personaggio.

Infine una piccola nota sui costumi dello spettacolo ideati e creati da Martina Cristofari che da anni fa parte del gruppo Giad e che ha partecipato come costumista, e spesso anche come attrice, a tutti gli spettacoli prodotti dal Gruppo.

”M’accompagno da me” non è solo un one man show, ma uno spettacolo coinvolgente, che vuole regalare grandi risate, sorrisi, e perché no, anche un po’ di commozione, a chi ha deciso di passare una serata con il Teatro.

Teatro Bianconi


Condividi la notizia:
17 gennaio, 2016

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR