--

--

Ezio-mauro560x60

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tarquinia - Questa mattina l'associazione Fare verde ha ripulito la spiaggia

Siringhe, polistirolo e una protesi mammaria ritrovati alle Saline

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Tarquinia - Protesi mammaria ritrovata alla spiaggia delle Saline

Tarquinia – Protesi mammaria ritrovata alla spiaggia delle Saline

Tarquinia - Costume da bagno ritrovato sulla spiaggia delle Saline

Tarquinia – Costume da bagno ritrovato sulla spiaggia delle Saline

Tarquinia - Fare verde

Tarquinia – Fare verde

Tarquinia - Un pezzo di ferro ritrovato sulla spiaggia

Tarquinia – Un pezzo di ferro ritrovato sulla spiaggia

Tarquinia - Il Cfs porta via dalla spiaggia i sacchi di immondizia

Tarquinia – Il Cfs porta via dalla spiaggia i sacchi di immondizia

Tarquinia - Ruota ritrovata alla spiaggia delle Saline

Tarquinia – Ruota ritrovata alla spiaggia delle Saline

Tarquinia – Riceviamo e pubblichiamo – Si è svolta stamattina, domenica 24 gennaio, la prima delle due giornate previste sul litorale viterbese nell’ambito della manifestazione nazionale “Il mare d’inverno”.

I cittadini e i volontari dei gruppi locali di Tarquinia e Viterbo dell’associazione ambientalista Fare Verde, hanno pulito la spiaggia delle Saline a Tarquinia Lido (VT).

Al loro fianco tanti cittadini, il personale del corpo forestale dello Stato con i prima fila il vice questore Lorenza Colletti, e gli iscritti all’Associazione per il Lido di Tarquinia Più e dell’Avad, l’associazione volontari assistenza disabili.

Infine, particolarmente gradita è stata la presenza di Mauro Rotelli e due appartenenti a @igerslazio, la community regionale dell’associazione nazionale Instagramers Italia, media partner dell’evento nella nostra regione.

Al termine della pulizia, i cittadini e i volontari hanno raccolto dieci grossi sacchi d’immondizia.

Nella speciale hit parade dei rifiuti stilata da Fare Verde, spiccano quest’anno: una protesi mammaria in lattice, un costume da bagno, plastica e polistirolo in quantità, cinque siringhe, un paio di scarponi, una ruota per autovettura completa di copertone; due taniche di plastica.

“L’inverno è stato mite e non ci sono state grosse mareggiate – dichiara il presidente regionale di Fare Verde Silvano Olmi – per questo non abbiamo trovato molta immondizia sulla spiaggia e anche l’erosione marina si è fatta sentire di meno rispetto agli anni scorsi, anche se il fenomeno è sempre preoccupante e l’oasi naturalistica corre gravissimi pericoli. A dominare il panorama dei rifiuti raccolti c’è la plastica e il polistirolo, veri flagelli per il nostro litorale”.

“Le onde del mare possono entrare in qualsiasi momento nelle vasche dell’oasi naturalistica delle Saline di Tarquinia – denuncia il presidente provinciale di Fare Verde Roberto Tomassini – continuiamo a lanciare appelli, mettendo in guardia tutti sugli effetti devastanti provocato dall’erosione. Questa oasi di ripopolamento animale, unica nel suo genere, ha bisogno di un intervento immediato della Regione Lazio e dell’Ardis, l’agenzia regionale per la difesa del suolo.”

L’impegno di Fare Verde non si ferma e anche domenica prossima, 31 gennaio, è prevista la pulizia della spiaggia in località San Giorgio.

La partecipazione è aperta a tutti. Questa seconda giornata ecologica avverrà in contemporanea con la manifestazione nazionale, che porterà centinaia di cittadini sulle spiagge di tutta Italia.

Per maggiori informazioni, i cittadini possono telefonare al numero 339.5974652 o scrivere a tarquinia@fareverde.it.

Fare Verde

 

24 gennaio, 2016

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR