Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Pollice in su di Giulio Marini (FI) alla candidatura a sindaco del centrodestra: "Sa amministrare e conosce la politica"

“Bertolaso è l’uomo giusto per risollevare Roma”

Guido Bertolaso

Guido Bertolaso

Giulio Marini

Giulio Marini 

Viterbo – (p.p.) – “Bertolaso è l’uomo giusto per risollevare Roma”.

Pollice in su di Giulio Marini (FI) alla candidatura a sindaco di Roma del centrodestra di Guido Bertolaso.

Il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi, il segretario della Lega Matteo Salvini e la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni hanno trovato l’intesa sull’ex numero uno della Protezione civile. Per Marini, è stata una decisione azzeccata,

“Promuovo questa scelta – dice Marini -. Io l’ho conosciuto in qualità di presidente della provincia di Viterbo come componente della commissione del Giubileo. In città, vennero finanziati il museo della cristianità a piazza san Lorenzo, il complesso del santuario della Quercia, la chiesa del Gonfalone, interventi su santa Rosa, l’elettrificazione della Roma-Viterbo, il cavalcaferrovia per la strada per l’ospedale, Pratogiardino e tanti altri progetti sulla provincia, sia per la viabilità che in ambito turistico religioso.

Se non ci fosse stato Bertolaso, il Giubileo non sarebbe stato il successo che poi si è rivelato dal punto di vista strutturale, dell’accoglienza e dei progetti che sono stati portati a termine in maniera rapida.

E’ un uomo del fare. Capace e molto preparato. Ama impegnarsi a fondo. E’ la persona giusta per risollevare la città di Roma, perché sa e ha saputo amministrare”.

Per Marini, infatti, nella figura del sindaco devono concentrarsi qualità diverse. “Deve saper gestire e conoscere la macchina amministrativa. Bertolaso incarna perfettamente questo modello.

Il centrodestra sceglie Parisi a Milano e Bertolaso a Roma. Sta a significare che, in questo momento storico, c’è bisogno di gente capace che sappia decidere e portare a termine i progetti. E’ questo che serve all’Italia”.

Quindi anche a Viterbo. “Sicuramente. La città dei papi sta pagando una scelta che non ha portato ai risultati sperati. Michelini è stato messo in pista per vincere le elezioni. Non si è pensato al dopo e cioè al fatto che poi servono capacità di azione e gestione per reperire i fondi e investirli in progetti di sviluppo”.

A Roma, FI, Lega e FdI hanno trovato una sintesi. Nel capuluogo sarà possibile? “Si deve arrivare a ciò, senza che ci siano primati. Serve un’intesa sulla qualità progettuale. Vincere ma con l’intento, poi, di far crescere la città nei cinque anni successivi. Serve gente in grado di conoscere la macchina amministrativa – conclude Marini -, affinché, chi sta in comune, sappia affrontare i problemi di tutti i giorni”.

14 febbraio, 2016
  • Altri articoli

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564

Regie-auto-vitara-interno---19-20-21-luglio-2016-ok