Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ronciglione - Carabinieri - Macabra scoperta in un palazzo nei pressi dell'ospedale

Donna trovata morta nel congelatore

Ronciglione - Via dell'ospedale consorziale - Il palazzo dove abitava la donna ritrovata nel congelatore

Ronciglione – Via dell’ospedale consorziale – Il palazzo dove abitava la donna ritrovata nel congelatore

Ronciglione - Via dell'ospedale consorziale - Il palazzo dove abitava la donna ritrovata nel congelatore

Ronciglione – Via dell’ospedale consorziale – Il palazzo dove abitava la donna ritrovata nel congelatore

Ronciglione - Via dell'ospedale consorziale - Il cencello del palazzo dove abitava la donna ritrovata nel congelatore

Ronciglione – Via dell’ospedale consorziale – Il cancello del palazzo dove abitava la donna ritrovata nel congelatore

Ronciglione - Via dell'ospedale consorziale

Ronciglione – Via dell’ospedale consorziale 

Ronciglione - Via dell'ospedale consorziale

Ronciglione – Via dell’ospedale consorziale 

I carabinieri all'uscita dalla stazione di Ronciglione

I carabinieri di Ronciglione 

Ronciglione – Anziana trovata morta dentro il congelatore.

Orrore a Ronciglione.

Rossana Bramante di circa ottant’anni è stata trovata morta dentro il pozzetto del congelatore di una casa al primo piano, in via dell’ospedale consorziale numero 2A. Nell’appartamento, ora sequestrato, sembrerebbe che la signora vivesse da sola. Inizialmente c’era il fratello, anche lui anziano, ma da mesi non abiterebbe più nell’appartamento perché sarebbe ricoverato in una casa di cura.

I due fratelli non sarebbero originari di Ronciglione, ma abitavano in paese dal 2009.

La donna è nata in Libia e ha vissuto per diverso tempo a Castelnuovo di Porto, Roma.

La chiamata ai carabinieri è arrivata ieri pomeriggio. Sul posto si sono subito precipitati gli uomini del nucleo investigativo per i primi rilievi scientifici.

La prima ipotesi è che la donna sia stata uccisa. Vittima di un omicidio efferato e di occultamento di cadavere. Il corpo non è stato fatto a pezzi: il cadavere è stato trovato integro, all’interno del pozzetto. 

Una seconda ipotesi è che la signora Bramante sia morta per cause naturali e nascosta successivamente da qualcuno dentro il congelatore.

In quel palazzo, davanti all’ospedale ronciglionese con un ampio cortile, nessuno conosceva quei due inquilini. Rossana Bramante era come un fantasma. Nessuno l’avrebbe mai vista. Risulterebbe cancellata dall’anagrafe del comune di Ronciglione perché ‘irreperibile’.

I condomini incrociavano il fratello solo qualche volta per le scale. Un uomo schivo e riservato. A malapena salutava.

Impossibile, al momento, dire da quanto tempo la donna sia morta e si trovasse lì dentro. Impossibile, per ora, anche capire la dinamica della vicenda e chi sia stato a mettere il corpo dentro il congelatore. 

La salma è stata portata all’ospedale Belcolle di Viterbo. Il pm di turno ha disposto l’autopsia che sarà eseguita probabilmente venerdì.

29 febbraio, 2016

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR