--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Il sindaco Michelini ribadisce la fiducia all'assessore: "Ci vogliono cose ben più gravi per perderla"

“Barelli ha chiesto scusa, la vicenda è chiusa”

Condividi la notizia:

Viterbo - Il sindaco Leonardo Michelini

Viterbo – Il sindaco Leonardo Michelini 

Viterbo – (p.p.) – “Barelli ha chiesto scusa, la vicenda è chiusa”.

Il sindaco Leonardo Michelini ribadisce la fiducia a Giacomo Barelli e prende poco in considerazione la mozione che la minoranza sta preparando nei confronti dell’assessore dopo la sua accesa discussione con Francesco Moltoni alla fine del consiglio di giovedì.

“Non credo nemmeno che sia presentabile per un assessore”, è stato il primo commento di Michelini.

In effetti, la mozione non è prevista, essendo l’assessore, nominato dal primo cittadino. La minoranza vuole con questa iniziativa avviare la discussione proprio per sollecitare un intervento del sindaco.

“Ma per cosa – minimizza -. Lo trovo pretestuoso. Barelli si è anche scusato. E’ un comportamento che non ha nulla a che fare con la politica. La minoranza è libera di fare ciò che crede, ma non mi sembra un episodio così rilevante da mettere in discussione un assessore.

Forse Barelli, come del resto ha dichiarato anche lui, non doveva provocare o accettare provocazioni. Poi, si sa, ognuno reagisce a modo suo. Siccome ha riconosciuto di dover essere più tranquillo e prudente nel dire certe cose, anche scusandosi, per me la vicenda è chiusa.

Un comportamento un po’ troppo irascibile non è certo determinante a perdere la fiducia. Servono cose ben più serie. Io già gliel’ho detto che ha sbagliato e lui stesso lo ha ammesso. Non mi sembra il caso di enfatizzare questo episodio più di quanto meriti.

Indubbiamente, un amministratore dovrebbe stare attento a non fare politica strillata o a provocare. Ognuno però, ha le sue debolezze: io le mie, Barelli le sue e così anche gli altri”.

Michelini, nel frattempo, aspetta a convocare la maggioranza. “Potrei fare la riunione in qualsiasi momento, però, voglio rispettare le intenzioni del Pd e dei civici che, in settimana, hanno in programma di vedersi: i primi per la nomina del capogruppo e gli altri per fare il punto della situazione. Voglio che si definiscano queste situazioni per poi incontrarci. Il mio piano di scopo, e cioè quello delle priorità da attuare con urgenza, è pronto ormai da venti giorni.

Già lo avevo comunicato alle delegazioni delle forze politiche che ho incontrato tempo fa. Ovviamente si può modificare o integrare”.


Condividi la notizia:
8 marzo, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR