--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - A dichiararlo è Lamberto Mecorio, segretario generale della Uil Fpl in base al "Rapporto Madia 2014"

“Torna a crescere la spesa per consulenze e collaborazioni esterne”

Condividi la notizia:

Lamberto Mecorio

Lamberto Mecorio

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – “Torna a crescere la spesa per consulenze e collaborazioni esterne della pubblica amministrazione. Da 737 milioni di euro siamo passati a oltre un miliardo“.

A dichiararlo è Lamberto Mecorio, segretario generale della Uil Fpl di Viterbo. E’ quanto emerge dal “Rapporto Madia 2014”.

“Nel comparto regioni e autonomie locali – prosegue Mecorio – il personale esterno a cui è stato conferito un incarico è pari a più del doppio rispetto a quello relativo al personale dipendente. Anche i dati in sanità non scherzano. Nel 2014 i consulenti sono aumentati del 10% e gli incarichi arrivano a quota 29mila per un totale di 301 milioni di euro di costo”.

“Il governo ha precise responsabilità – spiega il Segretario Generale nazionale della Uil Fpl, Giovanni Torluccio – non sblocca il turn-over e continua a chiamare amici degli amici per espletare funzioni e compiti che potrebbero essere svolti da personale dipendente assunto con regolare concorso. In più, con un miliardo e 200 milioni spesi per consulenze esterne, si sarebbero rinnovati i contratti per ben oltre la mancia prevista per il 2016 di circa 5 euro al mese.

Una presa in giro, uno schiaffo in faccia a lavoratori che tutti i giorni svolgono servizi essenziali per i cittadini.”

“Basta con le false riforme della pubblica amministrazione, basta con spot elettorali che servono solamente a distogliere l’attenzione dai problemi veri del paese.

Il Governo, piuttosto – conclude Torluccio – si sieda al tavolo e si confronti su come migliorare e premiare la produttività e il merito dei dipendenti, su come incentivare i contratti decentrati, su come riorganizzare e svecchiare la macchina pubblica, sbloccando le assunzioni, su come mettere in rete tutte le banche dati a disposizione degli enti e su come razionalizzare senza tagliare linearmente. Noi ci siamo con tutti i mezzi a nostra disposizione per tutelare i giusti diritti di tutti i lavoratori pubblici”.

Ul Fpl Viterbo


Condividi la notizia:
11 marzo, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR