--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Capranica - Chiesto il rinvio a giudizio per i genitori e un imprenditore

Sorelline violentate e filmate, la procura vuole il processo

Condividi la notizia:

Viterbo - Tribunale

Viterbo – Tribunale 

Capranica –  Chiesto il rinvio a giudizio per i tre indagati per violenza sessuale su due bimbe di 6 e 8 anni.

Abusi ripresi con la telecamera nel maggio 2014. Dietro la cinepresa, secondo le indagini, un imprenditore di Capranica. Davanti, il padre, la madre non vedente e le piccole, sempre stando a quanto finora raccolto dagli investigatori.

L’indagine è chiusa da quasi sei mesi. Ascoltate all’incidente probatorio, le sorelline sono risultate parzialmente credibili: in aula, parlarono col contagocce, tra tanti “non ricordo”. La psicologa Laura Ballarè non è in grado di dire se hanno effettivamente rimosso o se non vogliono ricordare.

Le violenze emergerebbero con drammatica evidenza anche dai referti medici delle visite ginecologiche: le bambine, pur così piccole, hanno già avuto rapporti sessuali completi.

I genitori e il datore di lavoro del padre delle piccole, rispondono di violenza sessuale aggravata. Per il pm Paola Conti, titolare dell’inchiesta, il processo è indispensabile. Sarà il gup a decidere quando fissare l’udienza preliminare e se rinviare i tre a giudizio.

 


Condividi la notizia:
21 aprile, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR