__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - Lo rivela un'analisi nazionale Coldiretti

“Vino, fatturato da 9,7 miliardi e 1,3 milioni di occupati”

Coldiretti

Coldiretti – “Vino, fatturato da 9,7 miliardi e 1,3 milioni di occupati” 

Roma – Riceviamo e pubblichiamo – Il fatturato del vino e degli spumanti in Italia cresce ancora del 3% e raggiunge nel 2015 il valore record di 9,7 miliardi per effetto soprattutto delle esportazioni che hanno raggiunto il massimo di sempre a 5,4 miliardi (+5%) mentre, dopo anni, sono risultate in leggera crescita anche le vendite sul mercato nazionale pari a 4,4 miliardi, per effetto anche dell’aumento nella grande distribuzione organizzata (+1,3%).

E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti presentata al Vinitaly di Verona.

Il buono stato di salute del vino italiano traina l’occupazione in agricoltura che in controtendenza fa registrare un andamento positivo nel 2015.

Si stima, secondo la Coldiretti, che il vino abbia offerto durante l’anno opportunità di lavoro ad un milione e trecentomila persone (+4%) tra quanti sono impegnati direttamente in vigne, cantine e nella distribuzione commerciale, ma anche in attività connesse, di servizio e nell’indotto.

Secondo uno studio della Coldiretti la raccolta di un grappolo alimenta opportunità di lavoro in ben 18 settori: 1) agricoltura, 2) industria trasformazione, 3) commercio/ristorazione, 4) vetro per bicchieri e bottiglie, 5) lavorazione del sughero per tappi, 6) trasporti, 7) assicurazioni/credito/finanza, 8) accessori come cavatappi, sciabole e etilometri, 9) vivaismo, 10) imballaggi come etichette e cartoni, 11) ricerca/formazione/divulgazione, 12) enoturismo, 13) cosmetica, 14) benessere/salute con l’enoterapia, 15) editoria, 16) pubblicità, 17) informatica, 18) bioenergie.

L’Italia, con una produzione di vino di 47,4 milioni di ettolitri, ha conquistato il primato mondiale davanti ai cugini francesi dal punto di vista quantitativo, mentre da quello qualitativo va segnalato che quasi una bottiglia prodotta su tre (32%) è a denominazione di origine, tanto che l’Italia che ha guadagnato il primato in Europa per numero di vini con indicazione geografica (73 Docg, 332 Doc e 118 Igt).

Lo spumante è stato il prodotto che ha fatto registrare la migliore performance di crescita all’estero con le esportazioni che, con un aumento del 17%, hanno raggiunto il record di 985 milioni di euro.

Ora la nuova sfida è rafforzare e difendere le posizioni acquisite combattendo la concorrenza sleale forte e agguerrita dei produttori internazionali.

Coldiretti


Il vino italiano in pillole

– fatturato 9,7 miliardi (+3%)

– esportazioni 5,4 miliardi (+5%)

– eavoratori 1,3 milioni (+4%)

– produzione 47,4 milioni di ettolitri

Fonte: Elaborazioni Coldiretti

10 aprile, 2016

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564