Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ischia di Castro - Carabinieri - 72enne denunciato per aver truffato il titolare di una ricevitoria - Nei guai anche un 19enne trovato con un manganello e un tirapugni

Si finge dipendente Sisal e si fa consegnare 5mila euro

Condividi la notizia:

Carabinieri

Carabinieri

Ischia di Castro – Si finge dipendente Sisal e si fa consegnare 5mila euro.

Anche in questo weekend in tutta la provincia, i carabinieri del comando provinciale di Viterbo hanno effettuato decine di servizi di controllo straordinario del territorio.

In particolare, a Ischia di Castro i carabinieri della stazione hanno denunciato per truffa un 72enne. L’uomo, spacciandosi per un dipendente della Sisal, ha finto un errore amministrativo facendosi consegnare 5mila euro tramite versamento su una carta prepagata ricaricabile dalla titolare di una ricevitoria.

A Viterbo, i militari della stazione hanno denunciato due uomini di 29 e 19 anni. Il 29enne è stato sorpreso alla guida della sua auto in evidente stato di ebbrezza alcolica accertato con etilometro, mentre il 19enne, nell’automobile su cui viaggiava, è stato trovato con un manganello telescopico e  un tirapugni, poi sequestrati.

A Vetralla, i carabinieri della stazione hanno denunciato un cittadino albanese 32enne anch’egli sorpreso alla guida in evidente stato di ebbrezza alcolica;

A Celleno i militari hanno denunciato un 24enne che era alla guida in stato di alterazione psico-fisica dovuta all’assunzione di sostanze stupefacenti;

A Bolsena i carabinieri hanno denunciato tre giovani, un moldavo 17enne, un italiano 20enne e un romeno 18enne trovati con un ciclomotore risultato rubato a Soriano nel Cimino.

A Capranica i carabinieri hanno denunciato un cittadino romeno 15enne perché trovato in possesso di un telefono cellulare che nell’ottobre 2015 era stato rubato.

A Vejano i carabinieri della stazione hanno denunciato un 50enne per aver manomesso un contatore del gas rubando circa 1500 metri cubi di gas alla società fornitrice del servizio;

A Sutri i militari hanno denunciato due genitori di 46 e 51 anni per non aver fatto frequentare la scuola dell’obbligo alla figlia minore;

A Bassano Romano è stato denunciato un 66enne per omessa custodia di armi avendo omesso di denunciare lo smarrimento della propria carabina ad aria compressa, regolarmente detenuta;

A Ronciglione il Nucleo Operativo e Radiomobile ha denunciato un 24enne che, controllato alla guida della sua auto, è stato trovato in evidente stato di ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti così come accertato dai sanitari dell’ospedale di Civita Castellana.

A Capranica, inoltre, i Carabinieri hanno trovato e recuperato un autocarro con all’interno un escavatore, il primo rubato a Roma, mentre il secondo ad Acquapendente lo scorso 5 maggio.

In tutta la provincia sono poi stati segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo tre persone, due cinquantenni e un diciottenne per uso personale di sostanze stupefacenti, nella circostanza sono stati sequestrati un grammo di ketamina, 10 grammi di marijuana e 5 grammi di hashish.

Nell’arco del servizio sono stati controllati 269 veicoli, identificate 317 persone, elevate 31 contravvenzioni al codice della strada, sottratti 78 punti dalle patenti di guida e rilevati 10 incidenti stradali.


Condividi la notizia:
9 maggio, 2016

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR