Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Comune - Parte la petizione per rivedere i criteri di assegnazione delle case popolari

Viterbo2020 torna alla carica con “Prima i viterbesi”

Condividi la notizia:

Chiara Frontini con Antonietta Mechelli

Chiara Frontini con Antonietta Mechelli

 Antonietta Mechelli

Antonietta Mechelli

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Viterbo2020 torna alla carica con la campagna “Prima i viterbesi”.

Dal lontano agosto 2014 il nostro movimento civico sta picchettando l’amministrazione comunale sulla revisione dei criteri di assegnazione delle case popolari e dei sussidi comunali, nel senso di dare maggiori tutele ai cittadini viterbesi: una dura battaglia che però, ad oggi, ha visto la giunta Michelini sorda ad ogni proposta.

Nonostante l’egregio lavoro svolto insieme al consigliere Troili e altri nell’ambito della sub commissione per l’emergenza abitativa appositamente costituita (e gratuita, quindi senza costi per i contribuenti viterbesi), nonostante l’approvazione della proposta in commissione, nonostante il parere favorevole di due dirigenti, grazie al lavoro certosino bipartisan di alcuni esponenti di maggioranza ed opposizione, il consiglio comunale bocciò la delibera da noi proposta per rivedere i criteri di assegnazione delle case popolari.

Ora, stante la perdurante situazione di disagio abitativo, Viterbo 2020 non si arrende e lancia una petizione popolare per portare nuovamente il tema in consiglio comunale, e lo fa partendo dai cittadini.

Abbiamo perciò iniziato la nostra campagna incontrando Antonietta Mechelli, giovane madre di 5 figli, di cui tre piccole gemelle, viterbese di nascita, in attesa di assegnazione di casa popolare da oltre 10 anni: “noi viterbesi siamo stanchi di assistere a questa ingiustizia: tante famiglie come la mia attendono da tempo di veder riconosciuto il proprio diritto alla casa e si vedono continuamente scavalcate.

Il malcontento riguardo questa situazione ormai coinvolge la gran parte dei viterbesi: l’unica soluzione per tutelarci è cambiare le modalità di assegnazione. Invito quindi tutti a firmare la petizione “Prima i viterbesi”, perché è arrivata l’ora di cambiare le regole del gioco”.

E’ necessario far valere il principio in base al quale coloro che per più tempo hanno contribuito alla crescita economica e sociale della nostra comunità (se non altro attraverso il pagamento delle tasse!) debbono vedere il loro contribuito riconosciuto attraverso la possibilità di usufruire di servizi: è una questione di giustizia sociale.

Viterbo2020 invita quindi i cittadini a sostenere questa proposta, partecipando alle Piattaforme che si terranno a partire da sabato 21 maggio dalle 9.30 alle 12.30 al mercato del Sacrario e dalle 16 alle 20 a piazza delle Erbe.

Movimento Civico Viterbo2020


Condividi la notizia:
6 maggio, 2016

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR