- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“Battistoni ha distrutto il partito, si dimetta”

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Francesco Battistoni e Antonio Tajani [3]

Francesco Battistoni e Antonio Tajani

Claudio Ubertini [4]

Claudio Ubertini

Viterbo – (g.f.) – “Battistoni ha distrutto il partito. Si dimetta”.

Sono passate poche ore dallo spoglio delle schede che ha decretato la sconfitta a Proceno del vice coordinatore regionale azzurro, risultato condiviso da altri candidati azzurri e Claudio Ubertini, capogruppo FI a Viterbo, non aspetta per presentare il conto a Battistoni.

“Ha distrutto il partito a Viterbo e provincia. Adesso si dimetta e con lui tutti gli altri. Va azzerato tutto, per tentare di raccogliere i cocci, sennò nemmeno quelli restano”,

All’interno del partito, la frattura tra gruppo consigliare e dirigenza provinciale e comunale, si è consumata da tempo. Insanabile.

“Purtroppo – osserva Ubertini – certe cose capitano a chi lavora per dividere e non aggregare. Poi i risultati si vedono”.

C’è Francesco Battistoni, per Ubertini, ma sopra di lui c’è Antonio Tajani: “E’ un ottimo europarlamentare, ma non può continuare a gestire il territorio così, fidandosi di un unico interlocutore”. Ovvero, Battistoni.

“I risultati del suo modo di gestire il partito non gli danno ragione. E’ andato a Blera e a Blera hanno perso, è andato a Vetralla e a Vetralla hanno perso, è andato a Proceno e a Proceno hanno perso. Meno male che non è passato da Vitorchiano, almeno quello se l’è risparmiato.

La sola soluzione è che Berlusconi ci metta le mani e azzeri tutti gli incarichi nel Lazio”.

Il problema non è di oggi. “Tutto parte dalle elezioni provinciali del maggio 2015 – ricorda Ubertini – quando ero commissario con Urbanetti ho fatto di tutto per andare uniti con un’unica lista.

Eravamo disposti anche a dimetterci, Non ci siamo riusciti, perché Battistoni voleva misurarsi. Oggi lui e il coordinatore o commissario provinciale, non so, Bacocco, ne pagano le conseguenze”.

Pure il partito. “E’ opportuno che chi ha responsabilità si faccia un esame di coscienza, a meno che non abbiano stabilito che a decidere siano quattro o cinque attorno a un tavolino. Poi però, prendono i voti di quei pochi che stanno attorno a quel tavolino”.

Il malessere in casa azzurra c’è. “In queste ore – rivela Ubertini – ho ricevuto tante telefonate da parte di persone di Forza Italia, per dirmi che erano contente della sconfitta a Proceno di Battistoni. Siamo a questo.

Ecco quello che ha seminato il vice coordinatore regionale Battistoni. Chi semina vento raccoglie tempesta. Calza a pennello”.


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [5]
  • [1]
  • [2]