Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La procura di Napoli non decide sulla sua richiesta di liberazione anticipata - L'uomo è rinchiuso a Mammagialla

In cella ma potrebbe uscire, detenuto in sciopero della fame

Condividi la notizia:

Il carcere di Mammagialla

Il carcere di Mammagialla

L'avvocato Roberto Fava

L’avvocato Roberto Fava

Viterbo – Da alcuni giorni un detenuto del carcere Mammagialla, D.L.R., ha iniziato uno sciopero della fame per sollecitare la decisione della procura della Repubblica di Napoli sulla sua richiesta di decurtazione di otto mesi (già scontati) dalla durata della pena che sta tuttora espiando.

La decisione, che ridurrebbe di molto il tempo di detenzione ancora da scontare per il detenuto o addirittura lo azzererebbe consentendo la sua immediata liberazione, è già stata ripetutamente sollecitata invano.

“Sono preoccupato per la salute del mio assistito – spiega l’avvocato Roberto Fava -. L’ho sconsigliato in tutti i modi di intraprendere la strada dello sciopero della fame ma non posso non comprendere la sua motivazione e la sua necessità di avere presto il provvedimento di liberazione anticipata, che potrebbe anche essere immediata. Contrariamente a quanto possa pensare l’uomo della strada, la lentezza della giustizia non dipende dai magistrati, che fanno il possibile per gestire un’immensa mole di lavoro rispetto al loro numero e alla capacità delle strutture.

Continuerò a cercare di dissuadere il mio assistito e informerò la procura partenopea, sperando di sollecitarne uno sforzo risolutivo”.


Condividi la notizia:
7 giugno, 2016

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR