--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Squadra mobile - Sono stati trovati dai poliziotti vicino all'uomo morto carbonizzato nell'incendio della sua auto - Oggi l'autopsia

I documenti e il cellulare su un muretto

Condividi la notizia:

Polizia

Polizia

Viterbo – I documenti e il cellulare su un muretto.

Li hanno trovati a poca distanza dall’auto in fiamme e dal corpo carbonizzato.

Ed è così che gli agenti di polizia hanno potuto identificare R.G. 48enne originario di Brescia che martedì mattina, intorno alle 3,15, è stato trovato morto in una piazzola di sosta sulla Superstrada.

Sono stati gli agenti della volante a notare, durante un controllo, l’auto, una Fiat Panda a noleggio, in fiamme.

Si sono dunque avvicinati nei pressi del distributore Agip, dopo l’uscita delle Terme in direzione Vetralla, e lì hanno trovato l’uomo carbonizzato, accanto alla macchina avvolta dalle fiamme.

Poco più in là, su un muretto, c’erano i documenti e il cellulare del 48enne. Dentro il portafoglio, circa quattromila euro.

Sul posto, sono arrivati gli agenti della squadra mobile e quelli della polizia scientifica. Diverse ipotesi al vaglio degli inquirenti, tra cui quella del suicidio. E proprio il fatto che quei documenti siano stati lasciati su quel muretto e che fossero intatti, lascia pensare che l’uomo volesse farsi riconoscere.

Oggi, intanto, il magistrato ha disposto l’autopsia per chiarire le dinamiche della morte.

 


Condividi la notizia:
8 giugno, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR