__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bagnoregio - Da venerdì 15 a domenica 17 luglio

Torna il “Festival della complessità”

Bagnoregio - Il sindaco Francesco Bigiotti

Bagnoregio – Il sindaco Francesco Bigiotti

Bagnoregio – Riceviamo e pubblichiamo – In un mondo globalizzato, dove tutto è collegato da una molteplicità di reti, il centro è dovunque ci sia la capacità di fare sistema e di connettersi.
Il nostro è il paese delle mille individualità e originalità particolari.
L’Italia, come altre nazioni, sta attraversando una crisi che per essere affronta richiede certamente capacità individuali e locali, ma anche la capacità di fare rete, di fare sistema e di collegarsi ai processi di globalizzazione in atto che riguardano non solo l’economia ma anche la cultura, la formazione, l’università e il ruolo di istituzioni e enti locali.

Il caso del piccolo territorio situato nel cuore del nostro paese, a cavallo tra Lazio e Umbria, è esemplare.

Innovatori, imprenditori, ambientalisti, manager raccontano di come hanno saputo operare con successo nella società globale tenendo i piedi radicati nella loro cultura locale.
Saranno relatori dell’incontro, oltre a Giuseppe Gembillo, a Fulvio Forino e Valerio Eletti, anche enologi di fama mondiale (Riccardo Cotarella, presidente degli enologi a livello mondiale), un premio Nobel per la pace (Riccardo Valentini), l’amministratore delegato del gruppo Vetrya (Luca Tomassini), oltre a un manager, una sindacalista e il prorettore dell’Università La Sapienza.

La tre giorni sarà completata da una Masterclass di un’intera mattinata in cui si approfondiranno i temi a noi cari della complessità, tenendo in considerazione che il tema scelto per l’evento è “Il centro è ovunque”.

L’evento, promosso dal Comune di Bagnoregio, propone quindi un insieme di conversazioni-narrazione di concrete esperienze. Più persone, provenienti da realtà locali metteranno in evidenza quali siano i limiti, le occasioni e le potenzialità insite nella “cultura locale” con i quali ci si trova a confrontare quando si naviga, in campi diversi, nella complessità della società globalizzata.

“Credo che Bagnoregio e Civita siano luoghi ideali per ospitare un evento che pone come assunto, nel processo di sviluppo, l’integrazione delle realtà locali in sistemi superiori, globalizzati – osserva il sindaco di Bagnoregio, Francesco Bigiotti –  Civita è l’emblema di tale capacità di adattamento.

Non a caso tradizione, storia, arte e cultura del nostro territorio fanno da volano a un sistema turistico-ricettivo, ma anche tecnologico, in piena espansione.

Per questo motivo abbiamo accettato con entusiasmo di ospitare il festival, e ringrazio, a questo proposito, il consigliere Emilio Papalini per essersi prodigato affinché tutto ciò avvenisse”.

Comune di Bagnoregio

12 luglio, 2016

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564