--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ferrovia - La Federconsumatori Lazio soddisfatta del finanziamento per la tratta

“Lavori Roma-Viterbo, no a tempi biblici”

Condividi la notizia:

Ferrovie - La Roma-Civitacastellana-Viterbo

Ferrovie – La Roma-Civitacastellana-Viterbo

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Dopo anni di completo assenteismo da parte delle pubblica amministrazione e delle aziende dei trasporti che hanno portato al completo sfascio della tratta ferroviaria Roma – Viterbo, le lunghe ed incessanti proteste e pressioni dei comitati dei cittadini e dei pendolari, delle associazioni dei consumatori e della Federconsumatori Lazio hanno portato ad un primo risultato verso il potenziamento della tratta ferroviaria.

Questa tratta, infatti, è fondamentale per i cittadini ed i pendolari, ma anche per la riqualificazione di un’area troppo a lungo abbandonata a se stessa che invece potrebbe essere un volano per la nostra economia locale.

La ferrovia Roma – Civita – Viterbo fu costruita agli inizi del secolo scorso ed, insieme alla Roma – Lido è di proprietà della regione Lazio e gestita da Atac. Sebbene la tratta sia di concezione antica, la linea è fondamentale sia per la tratta urbana (dove la linea ha una cadenza superiore a quella della metropolitana di Roma) che serve Roma nord, sia nella tratta extraurbana che serve il bacino del viterbese.
Ecco le novità in vista:

A causa delle importanti criticità presenti sulla linea (binario unico e treni vecchi), la Regione ha finalmente ottenuto dal Governo i fondi per il raddoppio della linea e per l’acquisto treni. E’ notizia di poco tempo fa che il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) sta per sbloccare 150 milioni di euro necessari per il raddoppio della linea fino a Morlupo e per la revisione della linea aerea.
La Regione ha inoltre recuperato circa 100 milioni di euro non spesi sulle ferrovie concesse negli anni precedenti all’attuale giunta (che permetteranno di garantire i lavori di manutenzione straordinaria).
Insieme ad Astral (Aziende Strade Lazio) inoltre la Regione sta eliminando alcuni (8) tra i passaggi a livello più pericolosi per la linea: 9,1 milioni di euro sono stati investiti da parte di Astral e i lavori si dovranno concludere entro quindici mesi.

Federconsumatori Lazio, a partire da questo primo risultato, premerà, insieme alle altre forze sociali, affinché i tempi di attuazione di quanto sopra previsto non siano biblici, ed in particolare affinché:
il Cipe sblocchi i fondi per avviare l’iter dei lavori affinché si restituisca ai cittadini una linea più sicura, più veloce ed innovativa.

L’Ustif (Ufficio speciale trasporti a impianti fissi – un organo periferico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) dia l’ok definitivo sugli ascensori della stazione di Prima Porta, ormai completata da diversi mesi la stazione di Flaminio che verrà completamente rifatta, ma sotto terra così da consentire una situazione di maggiore agibilità e sicurezza per i passeggeri, veda luce immediatamente, poiché, sebbene il progetto sia pronto e i lavori siano già appaltati, è stato scelto però di aspettare la fine del Giubileo per partire.

Federconsumatori Lazio, proprio per sostenere il potenziamento completo della mobilità su rotaia e della mobilità sostenibile annuncia un’iniziativa a Viterbo e provincia coinvolgendo tutte le forze locali, le p.a. di riferimento, i lavoratori, i cittadini ed i comitati locali.

Questa meravigliosa provincia del Lazio deve diventare una protagonista dell’economia della Regione.

Federconsumatori Lazio


Condividi la notizia:
31 agosto, 2016

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR