--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Il mio amico del cuore - Viterbo - I cani di Sandra Paolucci

“I miei dogue de Bordeaux sul ponte dell’arcobaleno…”

Condividi la notizia:

Boia, Lei, Kelly, Leone, Lui, Milady, Camilla, Bullo, Kenya

Boia, Lei, Kelly, Leone, Lui, Milady, Camilla, Bullo, Kenya

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – I miei bellissimi dogue de Bordeaux, razza da me amatissima, volati nel corso degli anni sul ponte dell’arcobaleno (Boia, Lei, Kelly, Leone, Lui, Milady, Camilla, Bullo, Kenya).

Questa del Ponte Dell’Arcobaleno è un antica leggenda che si tramanda dalle tribù degli Indiani d’America ed è dedicata a tutte le persone che soffrono per la morte di un loro caro amico e a tutti gli animali che sulla terra hanno amato gli uomini.

E’ una favola bellissima e piena di tenerezza che ci fa sperare non solo che ci sia una vita al dila’ di quella che stiamo vivendo ora, ma soprattutto che ci sia una vita più serena e felice da condividere ancora con i nostri amici. La speranza quindi di riabbracciarli un giorno perpercorrere con loro il cammino verso l’eterna felicità.


Proprio alle soglie del Paradiso esiste un luogo chiamato il Ponte dell’Arcobaleno. Quando muore un animale che ci è stato particolarmente vicino sulla terra, quella creatura va al Ponte dell’Arcobaleno.

Ci sono prati e colline perché tutti i nostri amici speciali possano correre e giocare insieme. C’è abbondanza di cibo, acqua e tanto sole, e i nostri amici non hanno freddo e stanno bene assieme. Tutti gli animali che erano stati ammalati e vecchi sono restituiti alla salute e al vigore; quelli che erano stati feriti e mutilati sono nuovamente resi sani e forti, proprio come li ricordiamo nei nostri sogni di un tempo.

Gli animali sono felici, eccetto che per una piccola cosa: ognuno di loro sente la mancanza di una persona speciale, che ha dovuto essere lasciata indietro. Tutti corrono e giocano assieme, ma viene il giorno in cui uno di loro improvvisamente si ferma e guarda lontano. I suoi occhi brillanti fissano intenti; il suo corpo è preso da un tremito.

D’improvviso egli inizia a correre staccandosi dal gruppo, quasi volando sopra l’erba verde, le sue zampe lo portano a correre sempre più veloce. Tu sei stato scorto e quando tu e il tuo amico speciale alla fine vi ricongiungete, vi stringete l’un l’altro in un abbraccio di gioia, per non lasciarvi più. Baci di felicità piovono sul tuo viso; le tue mani accarezzano di nuovo il capo del tuo amico tanto amato e ancora una volta guardi nei suoi occhi fiduciosi, che tanto tempo fa erano spariti dalla tua vita, ma mai dal tuo cuore. Poi, insieme, attraversate il Ponte dell’Arcobaleno… (Autore ignoto)

Sandra Paolucci
Amministratore delegato Gescom spa


Il mio amico del cuore – Gli animali dei lettori

Chiediamo a tutti di inviarci selfie scattati assieme ai vostri animali.

Basta azionare il telefonino, fotografare, scrivere due righe con nome e cognome, nome dell’amico del cuore inviandole alla redazione, facendo riferimento all’iniziativa “Il mio amico del cuore”.

In ogni caso va inserito un proprio contatto telefonico (preferibilmente cellulare) che, ovviamente, non sarà reso pubblico, e la città di provenienza.

Puoi inviare le foto a redazione@tusciaweb.it.

Puoi anche usare WhatsApp con questo numero 338/7796471 senza nessun costo.

Insieme potremo fare un giornale sempre più interessante e bello. I materiali inviati non vengono restituiti e divengono di proprietà della testata.


Condividi la notizia:
28 agosto, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR