--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ferragosto nella Tuscia - Turismo - Il titolare della Bella Venere: "Dimentichiamoci i boom di dieci anni fa ma c'è ripresa"

Pochi stranieri, tanti romani

Condividi la notizia:

Tarquinia lido

Tarquinia lido

Montalto di Castro

Montalto di Castro

Lago di Bolsena - Capodimonte - La spiaggia

Lago di Bolsena – Capodimonte – La spiaggia

Lago di Vico

Lago di Vico

Viterbo – I boom di dieci anni fa sono lontani ma i turisti tornano a muoversi.

E’ tendenzialmente positivo il bilancio di hotel, ristoranti e stabilimenti viterbesi per il weekend di Ferragosto. Allontanato lo spettro della crisi economica, le strutture turistiche del capoluogo e del litorale tornano a riempirsi. Almeno rispetto a tre, quattro anni fa.

Tanti turisti a Montalto Marina e Tarquinia Lido. Un po’ meno a Viterbo, ma non si tratta di profondo rosso. Dispiace solo che gli stranieri siano sempre meno e che a muoversi siano coppie o al massimo famiglie. Pochissimi i gruppi organizzati.

“C’è movimento ma non siamo al completo”, fanno sapere dal Balletti palace hotel. “Siamo pieni di coppie, di tutte le età – spiega la titolare di un bed and breakfast nel centro storico -. Non va malissimo, ma si tratta di soggiorni di pochissimi giorni e prenotazioni last minute”. Un turismo mordi e fuggi. Nulla di eccezionale, ma è qualcosa in più rispetto al 2012. “Non è più colpa della crisi economica – continuano dal b&b – ma dell’offerta che Viterbo dà. Rasenta lo zero, e chi viene in città si sposta subito in provincia”. Civita di Bagnoregio su tutte.

Positivo il bilancio di stabilimenti e alberghi a Tarquinia e Montalto. Sul litorale c’è anche qualche turista straniero. “Nulla di eccezionale – dicono dallo stabilimento Gravisca di Tarquinia Lido – ma tedeschi e inglesi ci sono. Fortunatamente prenotano pacchetti completi (ombrellone, lettini e sdraio, ndr) anche per una o due settimane”. Si tratta perlopiù di famiglie e gruppi di ragazzi.

Svizzeri, francesi e belgi all’hotel Enterprise di Montalto Marina. “Siamo al completo – dicono -. Non ci possiamo lamentare, ma è ancora presto per fare un bilancio rispetto all’anno scorso. Oltre agli stranieri ci sono anche tanti italiani, soprattutto romani”.

I laziali, tra cui gli stessi viterbesi, sono tornati ad apprezzare e ad affollare le spiagge nostrane. Ed è una bella sorpresa. Motivo? Col terrorismo scaccia turisti meglio starsene lontani da mar Rosso, Tunisia, costa Azzurra e Parigi. E la leggera ripartenza dell’economia vale una vacanza sulle nostre spiagge.

Non solo mare. La Tuscia è una terra poliedrica. Ricca di borghi, montagne, colline e laghi. A ferragosto bene anche Bolsena e Vico. Alla Bella Venere, complesso turistico a Caprarola, in questi giorni si lavora a pieno regime. “L’albergo è al completo fino al 25 agosto – afferma il titolare Luigi Ferri -. Il lago di Vico attira soprattutto romani, ternani e turisti da Narni. Di questi, pochi sono in gruppo e non superano le dieci persone. Gli stranieri? Una piccolissima percentuale. Il lavoro c’è. Non è il boom di dieci anni fa ma la ripresa si vede”.


Condividi la notizia:
15 agosto, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR