--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Cinzia Vincenti (Cgil Fp), Renato Trapè (Cisl Fp), Lucio Corbucci (Uil Fpl) dopo l'incontro in prefettura

“Consorzio Tspa, nessuna riposta sul pagamento degli stipendi”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Viterbo - La prefettura

Viterbo – La prefettura 

Viterbo – Riceviamo  pubblichiamo – Nell’incontro che si è svolto il 9 settembre, per il tentativo di conciliazione alla Prefettura di Viterbo, come prevedibile, il comune di Tuscania si è mostrato ancora in uno stato confusionale.

Purtroppo le richieste sindacali di liquidare il pregresso e di trovare soluzioni per il futuro del Consorzio Tspa di Tuscania, potenziando anche i servizi, impegni, tra l’altro, assunti nell’incontro di un anno fa, sono state disattese.

Di conseguenza non c’è nessuna riposta concreta rispetto al pagamento degli stipendi dei dipendenti che dovranno continuare nelle difficoltà.

La cosa veramente preoccupante è il fatto che nella discussione non si è percepita nessuna volontà politica, da parte dell’amministrazione comunale di Tuscania, di percorrere strade che portino ad una soluzione condivisa dell’intera problematica; anzi, tutt’altro: è stato presentato all’incontro un dossier di cui non conosciamo il contenuto, né ne siamo stati resi edotti, che, a loro giudizio, giustifica la loro posizione ed il loro operato.

Pertanto l’esito del tentativo di conciliazione è risultato negativo e infruttuoso, senza uno spiraglio di confronto e disponibilità.

Rimane, quindi, in atto lo stato di agitazione del personale ed è confermata la giornata di sciopero prevista per il giorno 12 settembre.

Malgrado ciò, con un atto di estrema disponibilità e sensibilità, in considerazione dell’impegno che il sindaco del comune di Tuscania si è preso di convocare una riunione per mercoledì 14 settembre, al fine di illustrare il contenuto della documentazione sopra citata ed iniziare un confronto sulla gravissima situazione, i dipendenti e le scriventi organizzazioni sindacali come segnale di distensione revocano il presidio permanente attualmente in atto nell’area prospiciente piazza Basile del comune di Tuscania.

Cinzia Vincenti
Cgil Fp

Renato Trapè
Cisl Fp

Lucio Corbucci
Uil Fpl


Condividi la notizia:
9 settembre, 2016

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR