Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Mammagialla - Grazie a un'indagine degli agenti di polizia penitenziaria che hanno scoperto un mandato di cattura internazionale a carico di un detenuto

Truffa alle banche per 6,8 milioni, arrestato

Condividi la notizia:

Il carcere di Mammagialla

Il carcere di Mammagialla

Viterbo – Truffa alle banche per 6,8 milioni, arrestato.

Nuovo arresto per B.S. di 42 anni già detenuto al carcere di Viterbo.

Su di lui pendeva un mandato di cattura internazionale emesso dal tribunale di Tirana per una condanna a nove anni per una truffa ai danni di una rete di banche per un valore di 6,8 milioni di euro.

Latitante in Albania, grazie a un approfondito controllo nel sistema di indagine da parte dell’ufficio comando e matricole del reparto di polizia penitenziaria, è emerso il provvedimento a carico del 42enne.

Da qui l’ulteriore arresto convalidato ieri dalla corte di appello.

“Un plauso va al reparto di polizia penitenziaria – commentano la notizia Luca Floris (Sappe) e Danilo Picchio (Osapp) -. E’ stata un’operazione brillante e anche complessa, vista la cifra tirata in ballo, che ha portato all’esecutività di una sentenza pendente.

I nostri complimenti vanno alla polizia penitenziaria, da sempre in prima linea, con le altre forze di polizia, nella lotta alla criminalità organizzata e al terrorismo. Ed è proprio contro il terrorismo che, dal 10 giugno, opera con successo l’ufficio prelievi dna della polizia penitenziaria”.


Condividi la notizia:
30 settembre, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR