Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Tribunale - Uomo a processo con l'accusa di lesioni e minacce per aver ferito la confinante e aver detto di metterle una catena al collo

Lite tra vicini finisce a colpi di roncola

Condividi la notizia:

Viterbo

Viterbo

Viterbo – “Se non levi quella catena te la metto al collo”. Viterbese a processo con l’accusa di minacce e lesioni: dopo una lite, avrebbe colpito la vicina con una roncola.

Attacca all’albero del confinante una catena, ma a lui questa cosa non piace. Così una sera, esausto, la abbatte con il suv ed entra nella proprietà della vicina. Ci discute e poi la colpisce con una roncola.

E’ il racconto che la donna, la scorsa settimana, ha reso al giudice Silvia Mattei. A processo c’è il suo vicino, finito alla sbarra con l’accusa di minacce e lesioni dopo la denuncia sporta in questura dalla donna.

“Era il 31 luglio del 2010 – racconta la signora in aula -. Mi trovavo a cena con i miei familiari quando all’improvviso ho sentito un rumore assordante. Era il vicino che con il suv aveva abbattuto la catena all’ingresso della mia proprietà. Diceva che era attaccata a un suo albero e che se non l’avessi levata me l’avrebbe messa al collo”.

Stando al racconto della donna, tra lei e il confinante scoppia una lite. “Sosteneva di essere il padrone della zona – continua – e che dovevo fare quello che diceva. Ne nasce un diverbio. Lui mi viene addosso, mi spinge e poi con una roncola mi colpisce al braccio”.

La donna finisce in ospedale, con una prognosi di un giorno. E’ su questo punto che si appiglia la difesa dell’uomo. Secondo l’avvocato Remigio Sicilia, è impossibile che un colpo di roncola abbia provocato solo un’abrasione da struscio e non abbia lasciato alcuna cicatrice.

A marzo la prossima udienza.


Condividi la notizia:
24 ottobre, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR