--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Vetralla - Il consigliere Gidari attacca il sindaco Coppari

“Rifiuti, un’ordinanza non risolve le criticità”

Condividi la notizia:

Giovanni Gidari

Giovanni Gidari

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – L’amministrazione Coppari anziché risolvere i problemi continua a fare proclami e così pensa di risolvere il problema della raccolta dei rifiuti urbani con un’ordinanza del sindaco che vorrebbe far passare per un nuovo regolamento.

Il sindaco Coppari sa bene che i regolamenti li approva il consiglio comunale e l’ordinanza sicuramente non risolve le criticità ancora in essere.

I cittadini si aspettano un rimborso sui maggiori importi che hanno dovuto pagare per l’anno 2016 per la gestione del servizio di raccolta rifiuti urbani e che, magari, siano ripristinati i numerosi contenitori per il conferimento tolti dalla precedente amministrazione con notevoli disagi a fronte di un servizio pagato profumatamente.

Sono oltre 40 i contenitori che sono stati tolti nelle zone di: La Botte, Fossogrande, La Selvarella, via Sant’Angelo, Tre Croci, Mazzacotto, via Croce di Pasquini, via del Pino e via Giardino.

L’operazione di cui sopra ha stravolto la forma organizzativa del servizio rifiuti per quanto concerne le distanze di collocamento dei contenitori per lo smaltimento previste dal capitolato d’appalto, consentendo risparmi alla ditta affidataria ma provocando, nel contempo, disagi al cittadino in termini di distanza dei contenitori.

Inoltre, così come si è potuto constatare, i contenitori ubicati nei punti di raccolta non hanno la capacità di ricevere i rifiuti prodotti e si continuano a vedere enormi cumuli di rifiuti all’esterno, a danno dell’ambiente e pericolosi dal punto di vista igienico sanitario.
Occorre, invece, dislocare sul territorio la giusta quantità di contenitori, sufficienti a ricevere i rifiuti giornalieri prodotti dai cittadini per evitare che, pur andando negli “orari previsti” a conferire, non trovino i contenitori già pieni.

Una buona organizzazione del servizio e una puntuale informazione al cittadino non può che produrre da parte dello stesso un corretto conferimento dei rifiuti unitamente ad un incremento della raccolta differenziata.

Per evitare l’eventuale abbandono di rifiuti provenienti da paesi limitrofi, sarebbe invece opportuno installare, nei punti sensibili, apposite telecamere. Ciò consentirebbe anche alle forze di Polizia e agli addetti alla vigilanza ambientale e patrimoniale di avere più tempo per altre attività a tutela dei cittadini e del territorio.

Per quanto riguarda, infine, l’altra novità emersa dalla conferenza dei servizi circa la pulizia dei 10 Km di strade con la spazzatrice, è grave che gli assessori Tosini e Pasquinelli non sappiano che il capitolato d’appalto già prevede negli allegati da 1 a 7 le pulizie di tutte le strade e taglio erbe con strumenti manuali e mezzi meccanici (spazzatrice): è un servizio che i cittadini pagano e che deve essere espletato ordinariamente, evitando di farlo passare come chi sa quale grande conquista di questa maggioranza.

Giovanni Gidari
“Lista Progetto Vetralla”


Condividi la notizia:
4 ottobre, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR