--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Omicidio del Riello - Le motivazioni della sentenza del gup che ha condannato a 12 anni Sabato Battaglia per l'uccisione di Federico Venzi

“Un totale disprezzo della vita”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Sabato Louis Francesco Battaglia

Sabato Louis Francesco Battaglia

Federico Venzi

Federico Venzi

Viterbo Omicidio del Riello - Il luogo dell'aggressione

Viterbo – Omicidio del Riello – Il luogo dell’aggressione

Viterbo – “Colpevole, perché ha agito con totale disprezzo della vita della vittima”. E’ la motivazione della sentenza del processo a Sabato Battaglia.

In quaranta pagine il gup del tribunale di Viterbo Savina Poli spiega perché ha condannato a 12 anni di reclusione il 23enne accusato di aver ucciso alla rotatoria del Riello Federico Venzi, 43enne romano, residente a Caprarola.

La motivazione della sentenza, arrivata in cancelleria il 18 ottobre scorso, smonta pezzo per pezzo le ricostruzioni alternative all’omicidio volontario. Per il gup non è sostenibile la versione della difesa, ovvero che Battaglia abbia agito solo per proteggere se stesso e la fidanzata da un potenziale pericolo: l’incontro con due sconosciuti in piena notte, più robusti di lui e col doppio dei suoi anni.

Secondo il giudice per l’udienza preliminare, infatti “soltanto una precisa volontà di annientare la parte lesa (Venzi, ndr) giustifica comportamenti così violenti, insistiti e feroci contro un avversario del tutto inerme, immediatamente reso inoffensivo, riverso a terra e sanguinate”.

Nelle motivazioni della sentenza il gup scrive di “colpi inferti al capo, al viso e al collo con intensità e violenza”. “Le circostanze dell’azione rivelano, dunque, che l’imputato ha agito con totale disprezzo della vita della vittima, accettando il rischio che tanta violenza ne cagionasse la morte”, sempre secondo il gup.

I fatti risalgono al 27 settembre 2015. Alle 4 del mattino, Battaglia e la fidanzata Lorella Colman, studentessa universitaria 23enne, incrociano Federico Venzi e un amico alla rotatoria del Riello a Viterbo.

I due vedono la ragazza a terra e pensano a un’aggressione. Venzi chiede se c’è bisogno d’aiuto, ma Battaglia lo allontana con la frase: “Mi hai rotto il cazzo, vai via”. I due fidanzati si allontanano a piedi, ma la vittima e l’amico li seguono. Battaglia non gradisce e sferra un pugno in pieno viso al 43enne che finisce a terra. Per il gup, seguono altri pugni e calci mentre Venzi è ancora sdraiato sull’asfalto, ormai inoffensivo.

L’autopsia rileva che la vittima è morta per soffocamento, ingerendo sangue e materiale organico dopo la frattura della mandibola. Per la difesa c’è un altro dato da considerare: Venzi avrebbe inghiottito anche pezzi della sua protesi dentaria, tenuta insieme da un fil di ferro. Ma per il gup, nonostante Battaglia fosse all’oscuro di ciò, non si può “escludere il dolo”.

Per queste ragioni, il giudice Poli ha condannato Battaglia a 12 anni di reclusione per omicidio volontario. Nonché all’interdizione perpetua dai pubblici uffici e a tre anni di libertà vigilata, da eseguire a pena espiata. Per il gup, il 23enne è “persona socialmente pericolosa”.


Condividi la notizia:
25 ottobre, 2016

Omicidio del Riello ... Gli articoli

  1. Battaglia di nuovo in carcere, il difensore: "Ce lo aspettavamo"
  2. Omicidio del Riello, Battaglia torna in carcere
  3. "Non auguro a nessuno di incontrare per strada l'omicida del figlio"
  4. Omicidio del Riello, Battaglia chiede i domiciliari a casa della madre
  5. "Sarebbe un'attenuante risarcire la mamma e i fratelli di Federico"
  6. Pena troppo alta, Battaglia chiede l'annullamento
  7. "Perché si vuole riabilitare un ragazzo violento?"
  8. Omicidio del Riello, Battaglia fuori dal carcere
  9. "Sarebbero poco rassicuranti per tutti i domiciliari a Battaglia"
  10. "E ora Battaglia fuori dal carcere..."
  11. Omicidio del Riello, 9 anni e 10 mesi a Battaglia
  12. Omicidio del Riello, si torna in aula
  13. Sabato Battaglia non è un mostro
  14. "Per la morte di Venzi chiederemo i soldi allo stato"
  15. Sabato Battaglia condannato a 12 anni
  16. Omicidio del Riello, conto alla rovescia per la sentenza
  17. "Una tragedia che ha distrutto due famiglie"
  18. Chiesti 12 anni per Battaglia
  19. Omicidio del Riello, oggi la sentenza
  20. Omicidio del Riello, udienza lampo
  21. Omicidio del Riello, processo a Battaglia
  22. Omicidio del Riello, a giugno il processo
  23. Omicidio del Riello, Battaglia chiede l'abbreviato
  24. Omicidio del Riello, la procura vuole il processo subito
  25. La difesa in Cassazione: "Battaglia non voleva uccidere"
  26. Venzi soffocato dal suo stesso sangue
  27. Omicidio del Riello, chiesto un mese per l'autopsia
  28. Omicidio del Riello, si allungano i tempi per l'autopsia
  29. Omicidio del Riello, Battaglia ricorre in Cassazione
  30. Sabato Battaglia resta in carcere
  31. Il Riesame prende tempo su Sabato Battaglia
  32. Oggi il Riesame per Sabato Battaglia
  33. Omicidio del Riello, ascoltata la fidanzata di Battaglia
  34. Sabato Battaglia via da Mammagialla
  35. Omicidio del Riello, slitta l'udienza per Sabato Battaglia
  36. Omicidio del Riello, Battaglia davanti al Riesame lunedì
  37. Omicidio del Riello, Battaglia davanti al Riesame
  38. Venzi voleva chiamare i carabinieri
  39. Raccolta fondi per l'omicida
  40. Venzi voleva difendere la ragazza
  41. Omicidio del Riello, denunciati due amici di Battaglia
  42. Omicidio del Riello, Battaglia resta in carcere
  43. Omicidio del Riello, chiesti i domiciliari per Battaglia
  44. "Battaglia si sente vittima di un'aggressione"
  45. Omicidio del Riello, Battaglia figlio di un pentito di camorra
  46. Pugni letali al viso e alla trachea
  47. L'omicida del Riello è un ventiduenne
  48. Pestato a morte, un fermo per omicidio
  49. Pestato e ucciso al Riello
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR