--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Politica - Chiara Frontini (Viterbo 2020) dopo che il Viminale si è espresso, sulla base di casi analoghi, sulle installazioni

“Caffeina nelle rotatorie, il ministero dice no”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Chiara Frontini

Chiara Frontini

Viterbo - Il logo di Caffeina alla rotonda di Valle Faul

Viterbo – Il logo di Caffeina alla rotonda di Valle Faul

Viterbo - Il logo di Caffeina alla rotonda di Valle Faul

Viterbo – Il logo di Caffeina alla rotonda di Valle Faul

Viterbo – Scritta ‘Caffeina’ nelle rotatorie, è arrivata la risposta del ministero dopo la richiesta di parere avanzata da Viterbo 2020.

Il movimento civico di Chiara Frontini ha voluto vederci chiaro. Le installazioni con la scritta ‘Caffeina’, collocate nelle rotatorie cittadine durante il festival culturale, non avevano convinto Viterbo 2020. Il movimento ha così chiesto al ministero dell’interno e a quello delle infrastrutture e dei trasporti di esprimersi nel merito.

Qualche giorno fa la risposta del Viminale. Non essendo competente in materia, ha inoltrato due pareri analoghi del ministero delle infrastrutture e dei trasporti: uno datato luglio 2010, l’altro aprile 2012.

In entrambi i pareri, uno riferito a Roma e l’altro a Torino, il ministero sottolinea che “il posizionamento di cartellonistica pubblicitaria (nelle rotatorie, ndr) non è consentito”.

In particolare, nel parere concernente Torino, il ministero specifica che “è espressamente vietata la collocazione di cartelli, delle insegne di esercizi e degli altri mezzi pubblicitari in corrispondenza delle intersezioni (e le rotatorie sono intersezioni a raso) anche se si trovano all’interno di centri abitati, potendo generare – continua il ministero – motivo di distrazione e costituendo immediato pericolo per la sicurezza della circolazione stradale”.

Arrivata la risposta, Chiara Frontini si scaglia contro la dirigente della polizia locale Mara Ciambella. “Appare chiaro – dice la consigliera comunale – che il nulla osta rilasciato è stato un atto arbitrario e contrario alla giurisprudenza vigente. Vale la pena ricordare che Ciambella, nel giustificare l’autorizzazione concessa, ha espresso apprezzamenti di natura politica e non tecnica assolutamente discrezionali. La dirigente infatti richiamava la ‘risonanza nazionale’ dell’evento culturale snocciolando inverosimili dati numerici sulle presenze, quasi fosse una delle organizzatrici della manifestazione”.

Per Frontini quelle installazioni sono delle vere e proprie pubblicità, a differenza di quanto dichiarato da Ciambella. “Nel parere rilasciato – ricorda la consigliera comunale – la dirigente affermava che le logosculture non potevano esser definite pubblicità non avendo le caratteristiche tipiche dell’impianto pubblicitario, come stabilito dal comma 8 articolo 47 DPR 495/92. E’ necessario ricordare che questo comma definisce impianto di pubblicità o propaganda qualunque manufatto finalizzato alla pubblicità o alla propaganda, sia di prodotti che di attività. Come potevano quelle installazioni non rientrare in questa definizione?”.

Frontini chiede le pubbliche scuse della dirigente. “Chiediamo – conclude – le pubbliche scuse di Ciambella, oltre alla certezza che questi fatti non si ripetano più. Inoltre auspichiamo che il segretario generale richiami i suoi dirigenti a una più puntuale applicazione delle normative vigenti, astenendosi dall’esternare considerazioni personali e prendere le difese di una parte. I dirigenti sono pagati da tutti i viterbesi per fare i tecnici, non i politici”.

La speranza è che prima o poi il ministero delle infrastrutture e dei trasporti, competente nel merito, possa esprimersi anche per il caso viterbese.


Condividi la notizia:
29 novembre, 2016

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR