Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Pugilato - Il giovane atleta di Tarquinia ha trionfato nella categoria Youth 60 chili

Christian Gasparri si laurea campione d’Italia

Condividi la notizia:

Sport - Pugilato - Christian Gasparri

Sport – Pugilato – Christian Gasparri

Sport - Pugilato - Christian Gasparri

Sport – Pugilato – Christian Gasparri

Sport - Pugilato - Christian Gasparri con Bernardo Podda

Sport – Pugilato – Christian Gasparri con Bernardo Podda

Tarquinia – Si sono svolti lo scorso fine settimana, a Roseto degli Abruzzi, i campionati italiani di pugilato Youth.

Tre giornate di incontri, con match molto intensi. Sul ring del PalaMaggetti si sono alternati 74 atleti provenienti da tutta la penisola.

Nella categoria 60 kg ha prevalso il tarquiniese Christian Gasparri, allenato dal padre Riccardo e dallo zio Angelo, in forza alla società sportiva Cosmo boxe, presieduta da Bernardo Podda.

Un successo che conferma lo splendido momento che sta vivendo questa compagine sportiva, vera fucina di giovani campioni, che vede in Luca Podda e Stefano Gasparri alcuni dei suoi atleti di punta.

Il giovane, 17 anni, ha battuto nei quarti il pugliese Francesco Carella. In semifinale, il campioncino tarquiniese ha affrontato il beniamino di casa, l’abruzzese Nicolò Prosperi, supportato quest’ultimo da una folta tifoseria.

E’ stato un incontro duro, molto tecnico, ma alla fine Gasparri ha prevalso con un secco 3-0.

In finale Christian Gasparri ha dovuto incrociare i guantoni con un altro osso duro, il campione italiano uscente Angelo Di Rocco, anche lui mancino, un anno più grande d’età, pugile molto tecnico e preparato.

“Christian è stato bravissimo – commenta Riccardo Gasparri, padre e allenatore – ed è stato più veloce e ha vinto tutte e tre le riprese. Il responso dei giudici è stato schiacciante.

Ha fatto tanti sacrifici, si è allenato anche a Roma, ha fatto quello che deve fare un vero sportivo, con spirito di sacrificio e tanta volontà. L’auspicio é che prosegua nella carriera, magari seguendo le orme del fratello Stefano che é nel gruppo sportivo delle Fiamme Oro della Polizia di Stato. Spero che a Tarquinia rendano merito a un ragazzo come Christian, che è un esempio di sportività”.

Euforico il presidente Bernardo Podda. “Abbiamo tanti giovani promesse – dichiara – grazie al grande lavoro preparatorio di Riccardo. La nostra associazione è aperta a tutti, abbiamo un vivaio di atleti giovanissimi, dagli 8 ai 12 anni di età.

Cinque nostri ragazzi sono andati in nazionale, abbiamo partecipato a tanti campionati e portiamo il nome della nostra bella città in giro per l’Italia, raccogliendo medaglie e vittorie”.

Il giovane pugile è euforico per la meritata vittoria. “Sono emozionato – racconta – e questa medaglia mi ripaga di tanti sacrifici. Ringrazio di cuore i miei allenatori e il presidente della Cosmo boxe Bernardo Podda. Con Prosperi è stato l’incontro più difficile.

Lui non voleva perdere, aveva dalla sua un tifo infernale. Io ho stretto i denti, gli ho preso le misure e l’ho battuto. Dedico questo titolo italiano a chi non c’è più mio nonno Roberto, Alberto Antonelli e Matteo Podda”.


Condividi la notizia:
23 novembre, 2016

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR