--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Giulio Marini (FI) pronto a chiedere chiarimenti in consiglio sul futuro della struttura

“Che fine farà il Cinema Genio?”

Condividi la notizia:

Giulio Marini

Giulio Marini

Viterbo - Il cinema Genio

Viterbo – Il cinema Genio

Viterbo – “Che fine farà il Cinema Genio?”. Giulio Marini (FI) pronto a chiedere chiarimenti in consiglio sul futuro della struttura.

Per lui, ci sono troppe domande rimaste senza risposta da troppo tempo. “Più di un anno – commenta – quando la società che voleva investirci, è stata indotta ad andarsene”.

“Il cinema genio – dice Marini – si tinge di giallo, perché dopo un affidamento, che non si è concretizzato, ora si starebbero valutando proposte di imprenditori interessati alla struttura“.

Marini fa un passo indietro. “La società Cinema Genio, che era affittuaria, in qualche modo è stata indotta a trascurare l’investimento che doveva fare.

Questo perché l’amministrazione non ha dato delle risposte adeguate e quindi si è arrivati alla conclusione che non era più opportuno proseguire quel rapporto. L’amministrazione ha tergiversato, la società ha capito l’antifona e ha mollato”.

Per Marini, c’è di più. “Risulta che le poltrone del teatro siano state portate via e che nessuno sappia che fine abbiano fatto”.

Il consigliere vuole vederci chiaro. “In che forma si aNdrà ad affidare il teatro: in evidenza pubblica, col project o con un affidamento diretto?

E’ opportuno che l’amministrazione faccia chiarezza su ciò che vuole fare perché è un anno che se ne sono andati quelli che avevano intenzione di investire sul teatro e dopo tutto questo tempo ancora non si sa nulla. Se non delle indiscrezioni per cui ci sarebbero degli imprenditori che vorrebbero rilevarlo”.

Marini pretende delle risposte. “Dove sono andate a finire le poltrone, quale sarà la destinazione di questa struttura e cosa ci si vuole fare. L’amministrazione sul Genio si è giocata la faccia, spingendo degli imprenditori che volevano investire ad andarsene e poi lo ha lasciato morire.

Deve tirare fuori una soluzione che deve essere chiara a tutti i viterbesi. In consiglio, chiederemo chiarimenti perché è un immobile del Comune che merita la massima attenzione e deve essere valorizzato”.

L’offerta cinematografica del capoluogo, per Marini, deve essere rafforzata. Anche se le esigenze del mondo moderno sono cambiate. “La carenza è strutturale, perché oggi il mercato richiede il multisala e a Vitorchiano sono stati più lesti a realizzarlo. Oggi quindi c’è da arricchire quello di cui disponiamo”.

Infine, sul Teatro dell’Unione: “Auguro all’amministrazione di riuscire nell’intento. L’azienda affidataria dell’incarico sta lavorando in maniera attenta e produttiva.

Avendo elaborato la proposta di gara con la semplificazione dell’attivazione del terzo lotto, bisogna che l’amministrazione sia attenta nella verifica dei tempi e modi. Il termine è fissato a marzo 2017 – conclude -, dovranno rispettarlo”.


Condividi la notizia:
15 novembre, 2016

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR