--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Django Barberio cambia avvocato e l'udienza slitta di due settimane

Processo Drago, ennesimo rinvio

Condividi la notizia:

Django Barberio

Django Barberio

Il maresciallo Paolo Lonero, comandate della stazione di Soriano nel Cimino

Il maresciallo Paolo Lonero, comandate della stazione di Soriano nel Cimino

La droga

La droga sequestrata nell’operazione Drago

I militari che hanno preso parte all'operazione Drago

I militari che hanno preso parte all’operazione Drago

Viterbo – Processo Drago, ennesimo rinvio.

Nulla di fatto all’udienza di ieri del processo nei confronti delle tredici persone accusate di aver gestito il traffico di stupefacenti a Soriano nel Cimino e dintorni.

Una vicenda che parte dalla maxi operazione dei carabinieri del maggio del 2012 e che inizialmente vide coinvolte 40 persone.

Non solo droga: le indagini, infatti, hanno smascherato una rete di persone legate da traffici di sostanze illecite, ma poi vennero alla luce anche episodi di furti, sfruttamento della prostituzione ed estorsione.

Un potpourri di reati che negli anni si è smembrato in diversi processi, alcuni di competenza di giudici monocratici, altri da celebrare di fronte al collegio.

Ieri, nell’aula 3 del palazzo di giustizia di Viterbo, era la volta dei tredici alla sbarra principalmente per lo spaccio di stupefacenti.

Cinque persone, tra cui il maresciallo  Paolo Lonero, comandante della stazione dei carabinieri di Soriano, erano pronte a testimoniare, ma appena prima di iniziare è arrivato il colpo di scena.

Django Barberio, imputato di punta del processo, ha cambiato avvocato e quest’ultimo, nominato appena due giorni fa, ha chiesto un rinvio al giudice Rita Cialoni per avere il tempo necessario di leggersi le carte del procedimento.

La richiesta è stata accolta, seppure con un rinvio di appena 14 giorni, e tutto è slittato al primo dicembre quando i cinque testi di oggi dovranno ripresentarsi per essere ascoltati.


Condividi la notizia:
18 novembre, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR