Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci di fine anno 2016 - Economia - Intervista a Luigia Melaragni (Cna) poco positiva sul futuro del paese

“Una crisi economica, psicologica e fisica”

di Paola Pierdomenico
Condividi la notizia:

Luigia Melaragni

Luigia Melaragni

Viterbo – “Una crisi economica, psicologica e fisica”.

Pur mettendocela tutta, Luigia Melaragni, non riesce a essere positiva sul futuro del paese. Sono ormai otto anni che se ne parla e per lei è un periodo davvero troppo lungo per sperare di tornare ai livelli economici di un tempo.

“Non è stato un anno positivo – dice Melaragni -. In base ai rapporti quotidiani che ho con le imprese, non ho segnali da parte loro che mi dicono che le cose stiano andando bene.

Le difficoltà, per lo meno nella nostra provincia, persistono, specie nell’edilizia”.

Melaragni sottolinea un aspetto, per lei, il più delle volte sottovalutato. “Riferendomi alle aziende artigianali, in cui l’imprenditore svolge direttamente l’attività, è il datore di lavoro e ha i dipendenti, anchequelle che hanno resistito o hanno avuto un fatturato stabile o comunque in piccola crescita, lo hanno fatto a caro prezzo, cioè lavorando a ritmi sostenuti. Gli imprenditori ono stressati e provati. Gli effetti della crisi si sentono dal punto di vista, non solo economico, ma anche psicologico e fisico.

Chi ha retto è perché si è sacrificato moltissimo, senza andare in ferie da anni. Imprenditori sempre di corsa, a rincorrere i pagamenti e fare attività per accaparrarsi nuovi clienti e nuovi lavori, che danno sempre meno soddisfazioni dal punto di vista economico e provocano stress, togliendo tempo alla vita privata. Un elemento che non viene analizzato, ma che, nella gestione delle aziende, incide”.

Importante per la segretaria di Cna è capire chi è pronto a investire. “Uno dei settori che, da questo punto di vista, dà più soddisfazione, è quello dell’agrolimentare e della trasformazione dei prodotti“.

C’è da lavorare a livello nazionale e locale. “Bene l’approvazione della legge di stabilità, però c’è da portare a termine la riforma della pubblica amministrazione con la conseguente semplificazione delle procedure. Per quanto riguarda la Regione, sono usciti fondi Por, strutturali ed europei e hanno partecipato aziende che vogliono investire e per cui speriamo che le pratiche procedano velocemente”.

Melaragni assicura un impegno sempre più intenso di Cna. “Continueremo a sostenere le aziende per renderle più competitive in questo mercato che è cambiato, aiutandole a introdurre elementi di innovazione. Stiamo lavorando già da questo periodo e proseguiremo per tutto il 2017 per accompagnare potenziali nuovi imprenditori all’apertura di attività.

La crisi ha infatti prodotto un fenomeno per cui chiudono le aziende, ma ne aprono tantissime altre, spesso come forme di atoimpiuego. E questo vogliamo incentivare per agevolare l’accesso al credito”.

Per lei, parlare di fine della crisi, è forse impossibile e non sa se definirsi più pessimista o realista. “Diciamo che c’è la crisi perché pensiamo a come era il paese prima di questo periodo.

Non è una visione negativa, ma ci dobbiamo rendere conto che la situazione è questa: che, forse, ci saranno degli elementi che ci aiuteranno a uscirne un po’, ma – conclude Melaragni – è dal 2008 che siamo in queste condizioni, ed è  comunque è impensabile tornare ai livelli di prima”.

Paola Pierdomenico


Condividi la notizia:
27 dicembre, 2016

Bilanci di fine anno 2016 ... Gli articoli

  1. "Distretto ceramico, diminuito il ricorso alla cassa integrazione"
  2. Una linea di abbigliamento per Alice Sabatini
  3. "Il crimine c'è, ma la Tuscia sa reagire"
  4. Da Steven Spielberg a Jude Law, Viterbo città del cinema
  5. "Una provincia in crescita e con grandi potenzialità"
  6. "Nel centrodestra basta voler essere i primi dei perdenti"
  7. Tre viterbesi (e mezzo) in serie A
  8. "Cobalb, aggiudicato l'appalto e lavori in meno di 30 giorni"
  9. "Quell'abbraccio col papa che non dimenticherò…"
  10. "Il Pd non è un bus da prendere per arrivare in parlamento"
  11. "Corto circuito nella sanità mai superato"
  12. "Pecorino romano e quote latte, dodici mesi di risultati"
  13. "Le province esistono e a Tarquinia vinceremo al primo turno"
  14. "Fuori dal piano di rientro della sanità e tempi di pagamento accorciati"
  15. "Unitus, un ateneo sempre più internazionale"
  16. "Moscherini candidato a Tarquinia? Io aspetterei"
  17. "Pd contro i capibastone? Da che pulpito..."
  18. La cavalcata verso la D e adesso quella per la lega Pro
  19. "Criminalità organizzata dedita al riciclaggio nella Tuscia"
  20. "Per il parlamento? Ci vedrei bene una donna"
  21. "Rigenerazione urbana, efficientamento e sicurezza"
  22. A maggio il nono posto, ora la caccia all'ennesima salvezza
  23. "Crolla il numero dei reati grazie alla prevenzione"
  24. E' stato un 2016 col botto
  25. "La politica non vuole bene alla città"
  26. Ad aprile la seconda salvezza e poi rotta verso la terza
  27. "La Tuscia deve guardare oltre i suoi confini"
  28. "Più circolazione di denaro e microcredito per le nostre aziende"
  29. "Trasversale, polo termale e sanità all'avanguardia"
  30. La Viterbese e una panchina per tre...
  31. "Il secondo mandato dipende da come va il 2017"
  32. Viterbese, Samuele Neglia è il giocatore dell'anno
  33. Un 2016 da incorniciare per la Viterbese
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR