--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci di fine anno 2016 - Sport - Calcio - La mancata conferma di Nofri, l'interregno di Cornacchini e il nuovo ciclo Pagliari

La Viterbese e una panchina per tre…

di Samuele Sansonetti

Condividi la notizia:

Sport - Calcio - Viterbese - Federico Nofri

Sport – Calcio – Viterbese – Federico Nofri

Sport - Calcio - Viterbese - Giovanni Cornacchini

Sport – Calcio – Viterbese – Giovanni Cornacchini

Sport - Calcio - Viterbese - Dino Pagliari

Sport – Calcio – Viterbese – Dino Pagliari

Viterbo – Nel 2016 una panchina per tre.

Nel calcio la panchina del mister scotta sempre ma quella della Viterbese a volte brucia.

Brucia perché la tifoseria è esigente e brucia perché la società lo è ancor di più, ed ecco che nonostante una promozione tra i professionisti e due trofei nell’arco di dodici mesi il patron Piero Camilli ha cambiato tre allenatori.

A iniziare l’anno è stato Federico Nofri, giovane e ambizioso subentrato a Stefano Sanderra il 7 ottobre 2015. Dopo un periodo di assestamento e alcuni acquisti mirati il tecnico umbro ha iniziato a ingranare e nel 2016 ha ottenuto tredici vittorie, quattro pareggi e zero sconfitte in campionato e tre vittorie e una sconfitta indolore nella poule scudetto.

Risultati esaltanti che hanno condotto la Viterbese al successo in campionato e alla successiva vittoria della poule scudetto, ma che non hanno consentito a Nofri di ottenere una conferma per la stagione successiva.

E pensare che in estate l’accordo sembrava ormai certo, tanto che il 29 giugno l’allenatore campione d’Italia dilettanti assieme al suo staff si sono ritrovati al Rocchi per una riunione tecnica in cui hanno provato a gettare le basi per l’imminente sbarco in lega Pro.

Ma dopo alcuni giorni di silenzio il 16 luglio arriva la notizia che quasi nessuno si aspettava: a due giorni dalla partenza per il ritiro di Chianciano Terme viene annunciato Giovanni Cornacchini per la panchina gialloblù.

In estate l’ex Ancona lavora sodo e si guadagna subito la fiducia dei giocatori e dell’ambiente, compreso il patron Piero Camilli che più di una volta gli regala complimenti pubblici.

D’altronde l’inizio di campionato è da favola e vede la Viterbese collezionare cinque vittorie e tre pareggi che le consentono di raggiungere il secondo posto in classifica, alle spalle della sola Alessandria.

Tutto per il verso giusto dunque ma la sfortuna è dietro l’angolo e durante il match sul campo della Giana Erminio iniziano ad arrivare i problemi, e di quelli pesanti. La Viterbese gioca male, pareggia 1-1 e durante l’incontro si infortunano Sforzini e Celiento: il primo il 2016 calcistico è finito mentre il secondo dovrà star fuori per un mese e mezzo.

Da lì in poi i Leoni non ingranano più e iniziano una spaventosa involuzione che li porta fino al decimo posto in classifica e culminata con l’esonero dell’allenatore, arrivato l’8 dicembre al termine di Viterbese – Siena (0-1). L’allenatore marchigiano lascia Viterbo con lo score di sette vittorie, quattro pareggi e sei sconfitte in campionato e una vittoria e due sconfitte in coppa Italia.

Il resto è storia attuale con l’arrivo di Dino Pagliari il 9 dicembre, il buon pareggio sul campo dell’Arezzo, la vittoria interna contro il Como e la sconfitta di venerdì scordo sul campo della Cremonese.

Una panchina per tre dunque, con l’augurio che almeno quest’ultima possa durare per più di una stagione.

Samuele Sansonetti


Condividi la notizia:
27 dicembre, 2016

Bilanci di fine anno 2016 ... Gli articoli

  1. "Distretto ceramico, diminuito il ricorso alla cassa integrazione"
  2. Una linea di abbigliamento per Alice Sabatini
  3. "Il crimine c'è, ma la Tuscia sa reagire"
  4. Da Steven Spielberg a Jude Law, Viterbo città del cinema
  5. "Una provincia in crescita e con grandi potenzialità"
  6. "Nel centrodestra basta voler essere i primi dei perdenti"
  7. Tre viterbesi (e mezzo) in serie A
  8. "Cobalb, aggiudicato l'appalto e lavori in meno di 30 giorni"
  9. "Quell'abbraccio col papa che non dimenticherò…"
  10. "Il Pd non è un bus da prendere per arrivare in parlamento"
  11. "Corto circuito nella sanità mai superato"
  12. "Pecorino romano e quote latte, dodici mesi di risultati"
  13. "Le province esistono e a Tarquinia vinceremo al primo turno"
  14. "Fuori dal piano di rientro della sanità e tempi di pagamento accorciati"
  15. "Unitus, un ateneo sempre più internazionale"
  16. "Moscherini candidato a Tarquinia? Io aspetterei"
  17. "Pd contro i capibastone? Da che pulpito..."
  18. La cavalcata verso la D e adesso quella per la lega Pro
  19. "Criminalità organizzata dedita al riciclaggio nella Tuscia"
  20. "Per il parlamento? Ci vedrei bene una donna"
  21. "Rigenerazione urbana, efficientamento e sicurezza"
  22. A maggio il nono posto, ora la caccia all'ennesima salvezza
  23. "Crolla il numero dei reati grazie alla prevenzione"
  24. E' stato un 2016 col botto
  25. "La politica non vuole bene alla città"
  26. Ad aprile la seconda salvezza e poi rotta verso la terza
  27. "La Tuscia deve guardare oltre i suoi confini"
  28. "Più circolazione di denaro e microcredito per le nostre aziende"
  29. "Trasversale, polo termale e sanità all'avanguardia"
  30. "Una crisi economica, psicologica e fisica"
  31. "Il secondo mandato dipende da come va il 2017"
  32. Viterbese, Samuele Neglia è il giocatore dell'anno
  33. Un 2016 da incorniciare per la Viterbese
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR