--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il progetto va in regione per l'autorizzazione - A regime 400 occupati - Impianto ex Inps, nessuna novità sul recupero

Terme al Paliano, ok dal consiglio comunale

Condividi la notizia:

 

Viterbo - Migranti - Consiglio comunale straordinario

Viterbo – Migranti – Consiglio comunale straordinario

Viterbo - Consiglio comunale - Gianmaria Santucci

Viterbo – Consiglio comunale – Gianmaria Santucci

Viterbo Francesco Serra in consiglio comunale

Viterbo Francesco Serra in consiglio comunale

Viterbo – (g.f.) – Terme al Paliano, ok al progetto modificato.

Il consiglio comunale dà l’ok dopo le modifiche chieste dalla maggioranza, per voce di Francesco Serra (Pd). Con un calo del 10% alla cubatura residenziale, a favore di quella termale.

Via libera dalla maggioranza che vota sì, l’opposizione esce, tranne Taborri che è favorevole e De Dominicis, contrario.

La struttura, una volta ultimata e a regime, secondo l’imprenditore che l’ha proposta, potrà occupare fino a 400 persone. Anche se per arrivare alla posa della prima pietra, servirà ancora tempo. Con il via libera del comune che riguarda la variante al piano regolatore e annesse modifiche al progetto iniziale, l’impresa può presentarsi in regione per le autorizzazioni. Una volta ottenute, tutto ritorna in consiglio per la ratifica.

Una pratica che parte dal 2005.

“In questo mese – sottolinea Gianmaria Santucci – abbiamo assistito a una manfrina politica. La variazione chiesta dalla maggioranza è inutile. Perché la cubatura resta la stessa. Cambia solo l’uso che ne faranno. La sola modifica vera l’ho presentata io, su suggerimento di Chiara Frontini ed è sull’approvvigionamento idrico, che adesso sarà su rete idrica del comune”.

Serra, che l’ha proposta, la modifica, non concorda. “La cubatura – osserva Serra – non si poteva ridurre. In zona il prg prevedeva un’area termale. Potevano fare anche di più.

Noi abbiamo ottenuto un calo del 10% alla parte residenziale. Meno case da vendere per 8mila metri cubi, a favore di residence, quindi da utilizzare per turismo. E non abbiamo perso tempo.

Nel giro di poco più di un mese è stata approvata. Quando gira in comune dal 2005”.

Sergio Insogna (Gal), invece, torna sulle ex Terme Inps. “Che ne è dei bandi e del recupero?”. Risposte al momento non ne sono arrivate.


Condividi la notizia:
6 dicembre, 2016

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR