--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci di fine anno 2016 - Economia - Fortunato Mannino, segretario generale della Cisl, illustra l'impegno del sindacato per il 2017

“Trasversale, polo termale e sanità all’avanguardia”

di Paola Pierdomenico
Condividi la notizia:

Fortunato Mannino della Cisl

Fortunato Mannino della Cisl

Viterbo – “Trasversale, polo termale e sanità all’avanguardia”.

Sono le tre sfide che Fortunato Mannino vuole affrontare e vincere per il 2017. Il segretario generale della Cisl ammette le difficoltà, ma aggiunge anche di voler guardare il bicchiere mezzo pieno per andare avanti e rilanciare il territorio.

“L’anno che ci lascia – dice Mannino – è stato a tinte fosche, perché era iniziato sotto dei buoni auspici, dal punto di vista dei livelli occupazionali e degli investimenti, che poi, però, si sono arenati strada facendo”.

Quali le criticità più evidenti?
“Sempre le solite, e cioè infrastrutture e termalismo su cui non si investe a dovere. Specie su questo ultimo punto siamo fermi, nonostante il Comune, di recente, abbia fatto qualcosa col Paliano. Dovevamo essere partiti da tempo e siamo in ritardo. Inoltre, non c’è stato un piano turistico accurato. Solo adesso, il Caffeina Christmas village ha portato alla ribalta la nostra città, dimostrando che se certi eventi venissero calendarizzati e gestiti in maniera intelligente, provocherebbero un indotto enorme.

La città è stata visitata da tantissime persone, anche se poi sarà stato un turismo mordi e fuggi. Questo progetto ha comunque portato risorse sul territorio facendo girare l’economia. Il turismo è un settore trainante e manca una programmazione seria per portarlo al massimo, anche perché potremmo sfruttare le nostre bellezze per tutto l’anno e non a periodi. Una bella terapia d’urto contro la disoccupazione che, qui da noi, soprattutto quella giovanile, è molto alta. Invece, dovremmo valorizzare i nostri ragazzi invece di mandarli via, soprattutto con l’università che è sempre più un’eccellenza del nostro territorio”. 

Ha una visione negativa del passato?
“Occupazione a macchia di leopardo e sanità ancora troppo lenta, nonostante la Regione e la direzione sanitaria della Asl, dopo le sollecitazioni della Cisl, abbiano iniziato a muoversi, specie per abbattere le liste d’attesa. Tanto c’è comunque da fare. C’è il completamento del terzo blocco di Belcolle e mi lascia basito la fuga di primari verso altri ospedali, una su tutti è la dottoressa Frittelli che è andata a Roma. Mi auguro quindi che la nostra sanità non venga smantellata, ma che si mantenga con un ricambio di medici che permetta alla provincia di avere cure e servizi efficienti”.

Il lavoro come va?
“Cerchiamo di mantenere i posti che ci sono senza perderne di altri. Certo, il comparto edile ancora stenta perché non c’è una ripresa a regime e soffre perché non partono grandi opere e infrastrutture”.

E’ passato dalla guida della Fisascat alla segreteria generale, in cosa è cambiata la sua visione?
“Mi occupavo di turismo, commercio, servizi e terzo settore, poi, passando alla segreteria, ho acquisito una visione generale. Tante problematiche già le conoscevo, ora le ho vissute direttamente e le ho viste con occhi diversi, confrontandomi quotidianamente coi segretari di categoria. Ci sono difficoltà ovunque, soprattutto nell’edilizia, che è volano di sviluppo, ma che resta ferma al palo. Mi fa piacere, comunque, che la gente si avvicini sempre più al sindacato per trovare soluzioni. Noi continueremo a lavorare, soprattutto per i nostri giovani e per garantire loro massima tutela dei diritti”.

Quale sarà l’impegno della Cisl per il 2017?
“Completare la Trasversale per avere un ottimo collegamento col porto di Civitavecchia, poi un piano serio del termalismo per rilanciare le strutture esistenti e co licenze di permesso a chi vuole investire, quel famoso polo termale che serve al nostro territorio. Infine, una sanità all’avanguardia attraverso le nostre eccellenze. Vorrei che la gente non fosse più costretta ad andare fuori provincia o fuori regione per curarsi. Sfide che la Cisl è pronta ad affrontare e che vuole portare a termine, nonostante una fase di governo altalenante. La classe politica deve darsi una calmata perché i paesi non si gestiscono con la piazza, ma con le idee e il confronto per il bene comune”.

Che anno sarà?
“Di solito – conclude Mannino – vedo sempre il bicchiere mezzo pieno e mi auguro che ci siano più stabilità e leggi per lo sviluppo del territorio. Spero, infine, che certi eventi che fanno muovere l’economia possano essere ripetuti nel tempo, sapendo che Viterbo è una città che ha bisogno di un piano turistico e di mobilità intelligente”.

Paola Pierdomenico


Condividi la notizia:
28 dicembre, 2016

Bilanci di fine anno 2016 ... Gli articoli

  1. "Distretto ceramico, diminuito il ricorso alla cassa integrazione"
  2. Una linea di abbigliamento per Alice Sabatini
  3. "Il crimine c'è, ma la Tuscia sa reagire"
  4. Da Steven Spielberg a Jude Law, Viterbo città del cinema
  5. "Una provincia in crescita e con grandi potenzialità"
  6. "Nel centrodestra basta voler essere i primi dei perdenti"
  7. Tre viterbesi (e mezzo) in serie A
  8. "Cobalb, aggiudicato l'appalto e lavori in meno di 30 giorni"
  9. "Quell'abbraccio col papa che non dimenticherò…"
  10. "Il Pd non è un bus da prendere per arrivare in parlamento"
  11. "Corto circuito nella sanità mai superato"
  12. "Pecorino romano e quote latte, dodici mesi di risultati"
  13. "Le province esistono e a Tarquinia vinceremo al primo turno"
  14. "Fuori dal piano di rientro della sanità e tempi di pagamento accorciati"
  15. "Unitus, un ateneo sempre più internazionale"
  16. "Moscherini candidato a Tarquinia? Io aspetterei"
  17. "Pd contro i capibastone? Da che pulpito..."
  18. La cavalcata verso la D e adesso quella per la lega Pro
  19. "Criminalità organizzata dedita al riciclaggio nella Tuscia"
  20. "Per il parlamento? Ci vedrei bene una donna"
  21. "Rigenerazione urbana, efficientamento e sicurezza"
  22. A maggio il nono posto, ora la caccia all'ennesima salvezza
  23. "Crolla il numero dei reati grazie alla prevenzione"
  24. E' stato un 2016 col botto
  25. "La politica non vuole bene alla città"
  26. Ad aprile la seconda salvezza e poi rotta verso la terza
  27. "La Tuscia deve guardare oltre i suoi confini"
  28. "Più circolazione di denaro e microcredito per le nostre aziende"
  29. "Una crisi economica, psicologica e fisica"
  30. La Viterbese e una panchina per tre...
  31. "Il secondo mandato dipende da come va il 2017"
  32. Viterbese, Samuele Neglia è il giocatore dell'anno
  33. Un 2016 da incorniciare per la Viterbese
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR