--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci di fine anno 2016 - La Tuscia una cornice d'eccezione per produzioni nazionali e internazionali

Da Steven Spielberg a Jude Law, Viterbo città del cinema

di Elisa Cappelli

Condividi la notizia:

Steven Spielberg

Steven Spielberg

Dustin Hoffman nella serie I Medici

Dustin Hoffman nella serie I Medici

Alcune immagine di Jude Law nel trailer The young pope

Alcune immagine di Jude Law nel trailer The young pope

Carlo Verdone

Carlo Verdone

L'attrice Emilia Clarke

L’attrice Emilia Clarke

Il mare visto dagli archi del palazzo Papale di Viterbo

Il mare visto dagli archi del palazzo Papale di Viterbo

Orson Welles davanti al Palazzo Papale

Orson Welles davanti al Palazzo Papale

I Vitelloni di Fellini - Piazza delle Erbe

I Vitelloni di Fellini – Piazza delle Erbe

Alberto Sordi nel Vigile

Alberto Sordi nel Vigile

Viterbo - Anno del cinema - Passeggiata sui luoghi dell'Otello di Orson Welles

Viterbo – Anno del cinema – Passeggiata sui luoghi dell’Otello di Orson Welles

Viterbo – Viterbo si conferma città del cinema.

Il 2016 è stato un anno importante per la Tuscia che ha fatto da cornice a serie tv molto popolari e interpretate da grandi attori internazionali.

E non è tutto. Anche il regista Steven Spielberg sarà a Viterbo. La città farà da sfondo a uno dei suoi film.

Dall’Otello di Orson Welles al Vigile di Luigi Zampa interpretato dal grande Alberto Sordi, passando per Pasolini e Fellini, la Tuscia, con le sue bellezze, si conferma come uno dei luoghi più belli in cui girare film. Ma anche fiction, come lo storico Maresciallo Rocca interpretato da Gigi Proietti.

La tradizione, quindi, continua.

Tra le serie tv girate nella Tuscia nel 2016 spicca I Medici, la fiction firmata Rai diventata famosa anche a livello internazionale e che ha portato la Tuscia negli schermi di tutto il mondo. Tra i protagonisti anche Dustin Hoffman.

Grande successo anche per la serie tv The young pope, diretta da Paolo Sorrentino, che ha come protagonista Jude Law ed è ambientato a Bagnaia a Villa Lante.

Racconta la storia immaginaria dei primi anni di pontificato di papa Pio XIII – al secolo Lenny Belardo -, un pontefice mai esistito.

La presenza dell’attore londinese ha fatto letteralmente impazzire i fan viterbesi che più volte lo hanno incontrato in giro per il centro storico mentre si rilassava, pranzava o si godeva la movida estiva.

Girati nella Tuscia anche il thriller La voce della pietra – con protagonista Emilia Clarke, già star della serie televisiva Game of thrones (Il trono di spade) – e “L’esecutrice” con Asia Argento al castello Ruspoli di Vignanello.

E poi l’annuncio forse più grande. Steven Spielberg.

Il regista americano, vincitore di due premi Oscar, ha scelto Viterbo per le riprese del film Il rapimento di Edgardo Montara, suo prossimo lavoro.

Una piccola promessa di usare Viterbo come set cinematografico, però, la città l’ha strappata anche a Carlo Verdone, durante la serata di apertura del Tuscia film festival a luglio.

Per lui pubblico impazzito e una piazza san Lorenzo totalmente gremita di persone che si sono letteralmente messe a correre all’apertura dei cancelli per accaparrarsi il posto migliore.

Un enciclopedia del cinema che si è raccontata al pubblico. Ha svelato di aver già girato nella Tuscia in molti dei suoi film storici come Acqua e sapone e Viaggi di nozze, ma che Viterbo manca.

“L’ho promesso – ha detto Verdone -, è una bella città ed è importante cinematograficamente”.

Tutte queste belle novità per il cinema viterbese sono arrivate proprio in concomitanza con l’Anno del cinema – Viterbo città del mare – Tuscia terra di Orson Welles, Pasolini, Fellini.

Un progetto pensato da Tusciaweb e Piattaforma 2.0 in collaborazione con l’Università della Tuscia, il Tuscia film fest e gli immancabili Antonello Ricci, Banda del racconto e Davide Ghaleb.

Durante l’anno si sono svolte delle passeggiate-racconto alla scoperta dei luoghi meravigliosi che hanno fatto da sfondo a film storici.

Un racconto che si è snodato in sei tappe e ha ripercorso i momenti più importanti del cinema a Viterbo con l’intento di rendere la Tuscia luogo di pellegrinaggio culturale.

Elisa Cappelli


Condividi la notizia:
10 gennaio, 2017

Bilanci di fine anno 2016 ... Gli articoli

  1. "Distretto ceramico, diminuito il ricorso alla cassa integrazione"
  2. Una linea di abbigliamento per Alice Sabatini
  3. "Il crimine c'è, ma la Tuscia sa reagire"
  4. "Una provincia in crescita e con grandi potenzialità"
  5. "Nel centrodestra basta voler essere i primi dei perdenti"
  6. Tre viterbesi (e mezzo) in serie A
  7. "Cobalb, aggiudicato l'appalto e lavori in meno di 30 giorni"
  8. "Quell'abbraccio col papa che non dimenticherò…"
  9. "Il Pd non è un bus da prendere per arrivare in parlamento"
  10. "Corto circuito nella sanità mai superato"
  11. "Pecorino romano e quote latte, dodici mesi di risultati"
  12. "Le province esistono e a Tarquinia vinceremo al primo turno"
  13. "Fuori dal piano di rientro della sanità e tempi di pagamento accorciati"
  14. "Unitus, un ateneo sempre più internazionale"
  15. "Moscherini candidato a Tarquinia? Io aspetterei"
  16. "Pd contro i capibastone? Da che pulpito..."
  17. La cavalcata verso la D e adesso quella per la lega Pro
  18. "Criminalità organizzata dedita al riciclaggio nella Tuscia"
  19. "Per il parlamento? Ci vedrei bene una donna"
  20. "Rigenerazione urbana, efficientamento e sicurezza"
  21. A maggio il nono posto, ora la caccia all'ennesima salvezza
  22. "Crolla il numero dei reati grazie alla prevenzione"
  23. E' stato un 2016 col botto
  24. "La politica non vuole bene alla città"
  25. Ad aprile la seconda salvezza e poi rotta verso la terza
  26. "La Tuscia deve guardare oltre i suoi confini"
  27. "Più circolazione di denaro e microcredito per le nostre aziende"
  28. "Trasversale, polo termale e sanità all'avanguardia"
  29. "Una crisi economica, psicologica e fisica"
  30. La Viterbese e una panchina per tre...
  31. "Il secondo mandato dipende da come va il 2017"
  32. Viterbese, Samuele Neglia è il giocatore dell'anno
  33. Un 2016 da incorniciare per la Viterbese
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR