__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Anche tu redattore - La segnalazione della professoressa Alessandra Carosi

“L’istituto Colasanti sembra una ghiacciaia”

Civita Castellana - L'istituto Colasanti al freddo

Civita Castellana – L’istituto Colasanti al freddo

Civita Castellana – Riceviamo e pubblichiamo – Gentile redazione, l’eccezionale ondata di freddo che ha colpito l’Italia ci aveva fatto temere sgradevoli sorprese al nostro rientro a scuola.

Ma il fatto che fosse stata ampiamente prevista  – insieme alle rassicurazioni degli amministratori locali che promettevano di provvedere ad accendere i riscaldamenti nelle scuole già dalla domenica precedente al termine delle vacanze natalizie  – aveva riacceso la nostra speranza di trovare un ambiente almeno tiepido ad accoglierci, speranza purtroppo pesantemente delusa.

In questi primi giorni di gennaio, la nostra scuola, l’istituto Colasanti di Civita Castellana, assomiglia più a una ghiacciaia che ad un luogo di apprendimento, i pochi termosifoni presenti riescono a far salire in modo impercettibile la temperatura nelle aule, mentre nei corridoi, nei bagni e nelle sale docenti regna il gelo.

Studenti ed alunni costretti a svolgere le lezioni con cappotti, sciarpe e cappelli, collaboratori scolastici in doposcì, queste sono le tristi istantanee scattate presso la sede dell’istituto professionale.

Mentre invitiamo amministratori ed esponenti politici a condividere con noi una lunga giornata di lavoro al freddo, attendiamo trepidanti l’aumento delle temperature grazie alla primavera o al riscaldamento globale.

Professoressa Alessandra Carosi
Per gli alunni e i docenti dell’istituto Colasanti


Anche tu redattore – le segnalazioni dei lettori

Chiediamo a tutti i lettori di segnalare ogni situazione interessante giornalisticamente.

Un ingorgo nel traffico, una festa, una sagra, un incidente, un incendio o qualsiasi situazione che secondo voi merita attenzione a Viterbo e in tutta la Tuscia. Basta azionare il telefonino, fotografare e scrivere due righe con nome e cognome inviandole alla redazione, specificando se si vuole essere citati nell’articolo e/o come autori delle foto, e far riferimento all’iniziativa “Anche tu redattore”. In ogni caso va inserito un proprio contatto telefonico (preferibilmente cellulare) che, ovviamente, non sarà reso pubblico.

Puoi inviare foto, video e segnalazioni a redazione@tusciaweb.it.

Puoi anche usare WhatsApp con questo numero 338/7796471 senza nessun costo.

Insieme potremo fare un giornale sempre più efficace e potente al servizio dei cittadini della Tuscia. I materiali inviati non vengono restituiti e divengono di proprietà della testata.

11 gennaio, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564