Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci di fine anno 2016 - Politica - Dario Bacocco (FI) guarda al 2017 e alle elezioni comunali, partendo dalla cittadina tirrenica

“Moscherini candidato a Tarquinia? Io aspetterei”

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Dario Bacocco

Dario Bacocco

Viterbo – Alle comunali in primavera occhi puntati su Tarquinia, per il capoluogo, invece, c’è tempo per ricostruire le alleanze. Si vota nel 2018. Dario Bacocco, coordinatore provinciale di Forza Italia si lascia alle spalle un 2016 non sempre azzurro e punta al nuovo. Non solo le amministrative, ci sono anche le elezioni politiche.

Bacocco, come si chiude il 2016 per Forza Italia nella Tuscia?
“Bene direi. È stato un anno che ci ha visto protagonisti nella scena politica del centrodestra, quindi per quanto mi riguarda il bilancio è positivo”.

Protagonisti dove, in particolare?
“Le iniziative portate avanti sono state molte. Mi preme ricordare come il partito si sia mosso anche sul sociale. Non solo la normale attività. Abbiamo cercato d’essere vicini alla gente, alle associazioni che si adoperano per il prossimo, come Admo o Avis. Un impegno intenso che manterremo. Poi ovviamente c’è la parte politica. In primavera si vota per le amministrative. Diverse realtà importanti sono coinvolte, dovremo darci da fare. A cominciare da Tarquinia”.

A Tarquinia ci sono già candidati sindaco. Come Gianni Moscherini. Come valuta la sua decisione?
“Conosco Moscherini, ho avuto modo di vederlo quando era primo cittadino a Civitavecchia. Io penso che si tratti di una forzatura in questo momento. Non so quanto a Tarquinia i cittadini lo vogliano in corsa per il comune. Io aspetterei”.

Invece, Forza Italia dovrà tessere la tela delle alleanze in diversi comuni. Il centrodestra è piuttosto sfilacciato. Impresa possibile?
“Il centrodestra unito ha buone possibilità di vincere. Certo, esistono comuni dove le alleanze sono più semplici, per via di rapporti mantenuti nel tempo. In altri sarà più complicato. Io farò in modo per quanto mi è possibile, di raggiungere l’obiettivo di far vincere i nostri candidati”.

A primavera il test elettorale in diversi comuni e nel 2018 il tocca al capoluogo. Riuscirà a rimettere insieme tutte le anime di Forza Italia?
“A Viterbo abbiamo tutto il tempo. E ritengo che ci siano margini per ritrovare un’unità d’intenti, non solo per il partito, ma anche per la stessa città. Vedo l’amministrazione Michelini decisamente all’acqua di rose. Sono assenti, un tema su tutti, quello dei migranti. Tornare a essere uniti come partito e come coalizione è un obiettivo imprescindibile per dare alla città un buon governo”.

Quanto è difficile darsi da fare in un partito in sostanziale assenza di comando a livello nazionale?
“Per noi il punto di riferimento resta Silvio Berlusconi. Attraversiamo un momento particolare, ma non è che dentro il Pd, ad esempio, stiano meglio. Gli unici che sembravano più coesi erano i 5 stelle, ma mi pare che ultimamente anche loro qualche problemino ce l’abbiano. Noi un riferimento, al di là di tutto ce l’abbiamo ed è Berlusconi”.

Pensando al 2017, cosa le viene in mente come priorità?
“Anche a Viterbo dobbiamo preparaci alle elezioni nel paese. Se come sembra si tornerà al voto, Forza Italia dovrà essere pronta pure sul territorio per dare il proprio contributo”.

Fino a quando deve rimanere in carica l’attuale governo?
“Lo stretto necessario per approvare l’agognata legge elettorale, poi va restituita la parola ai cittadino andando al voto”.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
3 gennaio, 2017

Bilanci di fine anno 2016 ... Gli articoli

  1. "Distretto ceramico, diminuito il ricorso alla cassa integrazione"
  2. Una linea di abbigliamento per Alice Sabatini
  3. "Il crimine c'è, ma la Tuscia sa reagire"
  4. Da Steven Spielberg a Jude Law, Viterbo città del cinema
  5. "Una provincia in crescita e con grandi potenzialità"
  6. "Nel centrodestra basta voler essere i primi dei perdenti"
  7. Tre viterbesi (e mezzo) in serie A
  8. "Cobalb, aggiudicato l'appalto e lavori in meno di 30 giorni"
  9. "Quell'abbraccio col papa che non dimenticherò…"
  10. "Il Pd non è un bus da prendere per arrivare in parlamento"
  11. "Corto circuito nella sanità mai superato"
  12. "Pecorino romano e quote latte, dodici mesi di risultati"
  13. "Le province esistono e a Tarquinia vinceremo al primo turno"
  14. "Fuori dal piano di rientro della sanità e tempi di pagamento accorciati"
  15. "Unitus, un ateneo sempre più internazionale"
  16. "Pd contro i capibastone? Da che pulpito..."
  17. La cavalcata verso la D e adesso quella per la lega Pro
  18. "Criminalità organizzata dedita al riciclaggio nella Tuscia"
  19. "Per il parlamento? Ci vedrei bene una donna"
  20. "Rigenerazione urbana, efficientamento e sicurezza"
  21. A maggio il nono posto, ora la caccia all'ennesima salvezza
  22. "Crolla il numero dei reati grazie alla prevenzione"
  23. E' stato un 2016 col botto
  24. "La politica non vuole bene alla città"
  25. Ad aprile la seconda salvezza e poi rotta verso la terza
  26. "La Tuscia deve guardare oltre i suoi confini"
  27. "Più circolazione di denaro e microcredito per le nostre aziende"
  28. "Trasversale, polo termale e sanità all'avanguardia"
  29. "Una crisi economica, psicologica e fisica"
  30. La Viterbese e una panchina per tre...
  31. "Il secondo mandato dipende da come va il 2017"
  32. Viterbese, Samuele Neglia è il giocatore dell'anno
  33. Un 2016 da incorniciare per la Viterbese
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR